Dati Covid in tempo Reale

All countries
180,556,461
Confermati
Updated on 24 June 2021 18:32
All countries
163,531,034
Ricoverati
Updated on 24 June 2021 18:32
All countries
3,911,165
Morti
Updated on 24 June 2021 18:32

Ccnl Metalmeccanici; Palombella (Uilm): “Formazione fondamentale per sfide del lavoro presente e futuro”

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress. “Abbiamo deciso convintamente di effettuare questa trattativa itinerante per coinvolgere tutti nella discussione, anche i territori. Lo abbiamo fatto con la consapevolezza che questa è una trattativa difficile e anomala, ma l’obiettivo è condiviso. Dobbiamo rinnovare il Contratto nazionale rapidamente e bene”.

Lo dichiara Rocco Palombella, Segretario Generale Uilm, al termine dell’incontro a Bologna presso la sede di Confindustria Emilia per la trattativa per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici.

“Nel rinnovo del 2016 avevamo due pilastri: la formazione e il welfare – sottolinea il leader Uilm – Abbiamo fatto una scelta difficile e coraggiosa: destinare parte degli incrementi salariali alla formazione. Crediamo che un lavoratore formato sia un valore aggiunto per tutti, per l’azienda e per la comunità. Oggi non abbiamo raggiunto pienamente l’obiettivo e per questo nel nuovo contratto vogliamo rafforzarla, migliorarla e ampliarla per rimanere al passo con le innovazioni tecnologiche”.

“La formazione viene ritenuta troppo spesso solamente come un peso economico da parte di molte aziende che la eludono – aggiunge – Noi riteniamo che questo sia uno dei temi che deve trovare la convergenza e condivisione tra tutte le parti”.

“Oggi abbiamo voluto ribadire l’importanza della formazione, soprattutto in questa fase di forte accelerazione dei processi dell’industria digitale – continua – Questo periodo eccezionale ci consente di dimostrare ancora una volta come la formazione necessiti di essere messa tra i temi centrali del contratto”.

“Riteniamo che la formazione sia strettamente legata anche al tema dello smartworking – prosegue – Non possiamo confinare i lavoratori a casa e non dargli la formazione adeguata. I lavoratori non vanno lasciati soli, vanno seguiti e devono poter avere una formazione idonea”.

“Dobbiamo provare a trovare strumenti persuasivi e coercitivi nei confronti di quelle aziende che non adempiono al compito – evidenzia Palombella – nell’ottica di garantire al lavoratore un diritto ormai fondamentale”.

“Domani la trattativa proseguirà a Reggio Emilia – conclude – e discuteremo di mercato del lavoro, politiche attive e appalti. Vogliamo arrivare rapidamente alla firma di un buon contratto che indichi la strada a tutti quelli scaduti che interessano oltre dieci milioni di lavoratori”.

 

Altre News

Articoli Correlati