Dati Covid in tempo Reale

All countries
339,092,524
Confermati
Updated on 20 January 2022 01:39
All countries
270,475,669
Ricoverati
Updated on 20 January 2022 01:39
All countries
5,582,802
Morti
Updated on 20 January 2022 01:39

Covid. Gimbe, aumento di nuovi casi di ben il +42,3% in 7 giorni e del 33% anche nei decessi

- Advertisement -

AgenPress – Aumento di nuovi casi di Covid-19 in Italia, cresciuti di ben il +42,3% in 7 giorni. Un netto aumento, pari al 33%, si registra anche nei decessi. Sul fronte ospedaliero crescono ancora i posti letto occupati da pazienti Covid, con un +17% in area medica e +17,3% in terapia intensiva.

Lo rileva il monitoraggio della Fondazione Gimbe, che confronta i dati della settimana 15-21 dicembre rispetto alla precedente. Si tratta, spiega il presidente Gimbe Nino Cartabellotta, di “un’impennata favorita anche dalla rapida diffusione della variante omicron, ampiamente sottostimata da un sequenziamento insufficiente”.

- Advertisement -

Nel dettaglio, dal 15 al 21 dicembre i nuovi casi sono stati 177.257 rispetto a 124.568 rispetto alla settimana precedente e i decessi 882 rispetto a 663. Gli attualmente di positivi sono stati 384.144 rispetto a 297.394(+29,2%), le persone in isolamento domiciliare 374.751 rispetto a 289.368 (pari a +29,5%), i ricoveri con sintomi 8.381 rispetto a 7.163 (pari a +17%) e le terapie intensive 1.012 rispetto a 863 (pari al +17,3%).

“Da oltre due mesi – dichiara Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione Gimbe – si assiste ad un aumento dei nuovi casi, che nelle ultime due settimane ha subìto una forte accelerazione. La media mobile a 7 giorni dei nuovi casi è passata da 15.521 dell’8 dicembre a 25.322 il 21 dicembre(+63,2%)”. Il rapporto positivi/persone testate ha raggiunto il28,1% quello positivi/tamponi molecolari il 10,5%.

A livello nazionale, al 21 dicembre, il tasso di occupazione da parte di pazienti Covid è del 13,4% in area medica e dell’11,1% in area critica, con notevoli differenze regionali:la Provincia Autonoma di Trento supera la soglia del 15% in area medica (19,1%) e del 20% in area critica (27,8%); le soglie del 15% per l’area medica e del 10% per l’area critica risultano entrambe superate anche in Calabria, Friuli-Venezia Giulia,Liguria, Marche, Provincia Autonoma di Bolzano e Veneto.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati