Di Maio, Italia pronta a farsi garante. Appello agli italiani: “Lasciate l’Ucraina il prima possibile”

- Advertisement -

AgenPress – “Ho ribadito la condanna dell’Italia per l’inaccettabile invasione russa dell’Ucraina e la piena solidarietà a Kiev. Il governo italiano è disponibile a contribuire al processo di pace: come dichiarato dal primo ministro Draghi, l’Italia è pronta a farsi garante della neutralità ucraina”. Lo ha ribadito il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in visita a Yerevan, in Armenia, “solido partner economico per l’Italia come testimoniato dalla qualificata presenza di imprese italiane nel Paese e dall’interscambio commerciale che in questo momento è di circa 200 milioni di euro, dati del 2021, in crescita del 10% rispetto all’anno precedente, che ha permesso di tornare in linea con il 2019 anno pre-pandemia”.

Per quello che è accaduto a Bucha Di Maio parla di “immagini agghiaccianti. Corpi di civili ucraini a terra, uccisi, con le mani legate. Crudeltà, morte, orrore. Accertare il prima possibile l’esistenza di crimini di guerra. Queste atrocità non possono restare impunite. Con il popolo ucraino, la guerra russa va fermata”.

- Advertisement -

“I fatti di Bucha stanno scatenando un’ondata di indignazione che porterà l’Ue a nuove sanzioni” e “l’Italia non mette alcun veto sul quinto pacchetto di sanzioni. (ANSA) – ROMA, 03 APR – E’ chiaro che i fatti di Bucha, dove civili inermi sono stati colpiti dall’esercito russo, “accelerano tutto, e porteranno ad altre sanzioni contro Mosca”, ha Di Maio. ” Già nei primi giorni della prossima settimana a Bruxelles i paesi membri della Nato discuteranno del quinto pacchetto di sanzioni alla Russia. E poi il lunedì successivo i ministri degli Esteri potrebbero approvare la prima parte di questo pacchetto”, ha aggiunto il ministro, facendo poi un appello agli italiani ancora in Ucraina, 160 e la maggioranza di essi non vuole lasciare il Paese. “Lasciate l’Ucraina il prima possibile”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati