Elezioni. Bersani annuncia di non candidarsi. Ho 70 anni, non abbandono la politica, darò una mano in altre forme

- Advertisement -

AgenPress – Tanti  mi chiedono perché non mi ricandido quando lo fa Berlusconi a 86 anni. Io a 11 facevo lo sciopero dei chierichetti, a 15 spalavo a Firenze, a 28 ero assessore regionale. Ho l’orologio in anticipo”.

Così Pier Luigi Bersani che a settant’anni consiglia “a tutti di avere disponibilità e non aspirazioni”.

- Advertisement -

Sul Corriere della Sera afferma di aver “fatto 20 anni il parlamentare da ministro, da segretario e da deputato semplice. Penso che basti. Non abbandono la politica, né la compagnia, darò una mano in altre forme”. 

“Si candida invece, Berlusconi, il “giaguaro” che nel 2013 voleva smacchiare. “Sul giaguaro faccio notare che lui dal 2013 non poté più fare il capo del governo”.

Fosse ancora segretario del Pd, si muoverebbe diversamente da Letta sulle alleanze? “Non faccio nessuno sconto né all’immaturità, né agli errori gravi del M5S – premette -, ma davanti a questa destra trovo irragionevole la fatwa politica e tecnica verso Conte”. Calenda e Conte non sono incompatibili?

- Advertisement -

“Se andiamo per incompatibilità e veti non abbiamo compreso né la legge elettorale, né quale destra abbiamo davanti”, risponde. “Spero” Letta e Calenda “si siano intesi bene. Non abbiamo bisogno di cavallerie rusticane in questa cavalcata. A volte Calenda ha dato l’impressione di essere lui nella valle di Giosafat che decide i buoni e i cattivi”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati