L’Associazione Nazionale Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana celebra la giornata mondiale dell’Ambiente 2021

- Advertisement -

AgenPress. La “Giornata mondiale dell’Ambiente” quest’anno apre anche il decennio delle Nazioni Unite per il ripristino dell’ecosistema: uno sforzo globale decennale per prevenire, fermare e invertire il degrado degli ambienti naturali.

Ed è proprio il ripristino degli ecosistemi degradati dall’uomo il tema della Giornata Mondiale dell’Ambiente, che si tiene oggi.

- Advertisement -

Secondo l’Onu, che ha indetto questa giornata celebrativa, il ripristino dell’ecosistema può aiutare a proteggere e migliorare i mezzi di sussistenza, combattere le malattie, ridurre il rischio di disastri naturali e contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile al 2030. I piani di ripresa dalla pandemia offrono un’opportunità unica per tracciare una nuova strada, afferma l’Onu, spostando gli investimenti verso una “economia del ripristino” che possa fornire milioni di posti di lavoro “verdi”.

L’agenzia delle Nazioni Unite specializzata sulle questioni ambientali (UNEP), ha riscontrato che i benefici economici del ripristino degli ecosistemi sono sbalorditivi. Da oggi al 2030, il ripristino di 350 milioni di ettari di ecosistemi terrestri e acquatici degradati potrebbe generare 9.000 miliardi di dollari di servizi ecosistemici, e rimuovere fino a 26 miliardi di tonnellate di gas serra dall’atmosfera. I benefici economici sono dieci volte superiori alla spesa per gli investimenti, mentre non fare nulla è almeno tre volte più costoso che il ripristinare l’ecosistema”.

In occasione di questa Giornata mondiale dell’Ambiente la gente in tutto il mondo è impegnata a ripristinare la natura, da piantare alberi in India a ripulire le spiagge a Hong Kong o le comunità in Kenya. Molti di più si uniranno sui social media, prendendo parte alla “Snap Challenge” per mostrare come cambieranno i loro comportamenti per essere parte del movimento. Gli hashtag della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2021 sono #GenerationRestoration e #WorldEnvironmentalDay. Quest’anno il Pakistan è il paese ospite della Giornata, e lancia il suo progetto “Tsunami di 10 miliardi di alberi”, che punta a piantare 10 miliardi di alberi al 2023.

- Advertisement -

Il presidente dell’Associazione nazionale degli Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (ANCRI) Tommaso Bove per celebrare la ricorrenza ha impegnato i delegati nazionali ANCRI all’Ambiente Ing Paolo Ghezzi e alle relazioni Istituzionali Prefetto Francesco Tagliente a promuovere ogni possibile iniziativa per la protezione dell’Ambiente

Promuovere un dibattito sui temi dell’ambiente, discende dalle finalità statutarie dell’ANCRI di divulgare i principi e i valori della Costituzione italiana e di contribuire, tra l’altro, alla tutela dell’ambiente e della salute.

Per questo, ormai da tre anni, ANCRI promuove iniziative mirate per divulgare i valori costituzionali ricollegabili alla tutela ambientale. Un percorso che, alla presenza di autorità e di un pubblico particolarmente giovane, ha toccato Toscana, Lazio, Puglia e che prevede un prossimo impegno il 24 giugno in collaborazione con l’università’ di Pisa, Alap e starting Finance UNIPI. In particolare il 24 giugno si affronterà’ il ruolo strategico che assumono il verde pubblico e quello privato nelle strategie europee contro il cambiamento climatico: alberi, siepi, verde pensile, verde verticale, infrastruttura verde. Tutti temi strategici e da pianificare per ottenere un risultato a medio termine.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati