Dati Covid in tempo Reale

All countries
177,483,494
Confermati
Updated on 16 June 2021 13:10
All countries
160,213,312
Ricoverati
Updated on 16 June 2021 13:10
All countries
3,840,085
Morti
Updated on 16 June 2021 13:10

Macina (M5S): “Meglio la votazione su Rousseau che una decisione presa da poche persone in una stanza romana

AgenPress. Anna Macina, deputata del Movimento 5 Stelle, è intervenuta ai microfoni de L’Italia s’è Desta condotta dal Direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti, per commentare il voto della piattaforma Rousseau.

 C’è stato il rischio che 60mila persone dicessero no a Draghi. “Il Movimento 5 Stelle nasce con questi capisaldi. Per noi è fondamentale consultare i nostri iscritti. Trovo assurdo che a decidere siano poche persone in una stanza di un palazzo romano. Per noi quella intelligenza collettiva è un valore, non un difetto. Siamo arrivati in Parlamento portando la voce di tanti cittadini.

Il voto sulla piattaforma non è stato una ratifica del vostro appoggio a Draghi? “No, assolutamente no. Per quello che riguardò il Conte 1, in votazione agli iscritti fu posto il contratto di Governo. Stessa cosa fu fatta per il Conte 2. Ieri è stato posto in votazione un quesito molto chiaro. Ci sono state posizioni differenti quindi non si può parlare di ratifica”.

C’è il timore che qualche parlamentare non accetti il voto della piattaforma?  “Mi aspetto che tutti i miei colleghi tengano fede a quel patto che abbiamo con gli iscritti. Nel momento in cui si esprimono gli iscritti quella votazione ha un valore. Questo Governo deve avere il Movimento 5 Stelle. Non abbiamo chiamato noi Forza Italia, Lega e Renzi. Tutti parlano dei rospi che il Movimento deve ingoiare e vincere tutte quelle forze politiche che mettevano i veti oggi a loro vanno bene tutti. C’è la Lega che è diventata europeista. Italia Viva ha tenuto in ostaggio il Paese bloccando il decreto ristori. Molti speravano che il Movimento non ci fosse. Il Mes, ad esempio, lo abbiamo sempre avversato. Bisognerebbe chiedere ad Italia Viva perché ha utilizzato questi argomenti per creare la crisi e tensioni. Oggi, improvvisamente, non ci sono più condizioni. Oggi c’è la corsa a sedersi al tavolo di Draghi senza veti e condizioni. Noi abbiamo posto una serie di temi che sono fondamentali”.

Di Battista ha annunciato l’addio al Movimento 5 Stelle. “Il Movimento ad Alessandro vuole bene. Capisco la sua posizione. È evidente che lui non è un parlamentare e non è vincolato al risultato della votazione di ieri. Tra lui è il Movimento c’è stato un lungo amore e partendo dalle sue parole dico che gli amori fanno dei giri immensi e poi ritornano, mi auguro di riabbracciarlo sempre”.

spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati