Dati Covid in tempo Reale

All countries
194,413,949
Confermati
Updated on 25 July 2021 05:48
All countries
174,751,539
Ricoverati
Updated on 25 July 2021 05:48
All countries
4,168,511
Morti
Updated on 25 July 2021 05:48

Recovery fund. Nuova bozza di bilancio di Michel, riduzione dei sussidi e prestiti

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha presentato sabato ai capi di Stato e di governo una nuova bozza di bilancio. Ha confermato i tetti sia del bilancio (1.074 miliardi di euro) sia del Fondo (750 miliardi di euro), ma ha modificato le proporzioni soprattutto di quest’ultimo. Anziché 500 miliardi di sussidi e 250 miliardi di prestiti, prevedeva 450 miliardi di sussidi e 300 miliardi di prestiti, per venire incontro ai paesi che non vogliono sovvenzioni e preferiscono linee di credito.

Lo stesso canovaccio ha stabilito che, di questo denaro, le risorse da distribuire direttamente ai paesi membri per il rilancio della loro economia dopo lo shock provocato dall’epidemia influenzale di questa primavera sarebbero saliti da 310 a 325 miliardi di euro. Inoltre, il pacchetto ha messo mano anche ai vari nodi negoziali emersi nella prima giornata di vertice venerdì, a cominciare dall’iter di approvazione dell’uso del denaro comunitario a livello nazionale (la governance).

Il negoziato è continuato sabato in plenaria, in gruppi più circoscritti. I paesi più riottosi ad accettare l’impianto prima proposto dalla Commissione europea e poi confermato con qualche cambiamento dal presidente Michel vogliono ottenere nuovi miglioramenti, in particolare riducendo ulteriormente l’ammontare di sussidi a 410 (da 450 miliardi) e aumentando i prestiti a 340 miliardi (da 300). Francia e Germania hanno guidato un importante gruppo di paesi contrari.

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron non sono pronti a ridurre la quantità di sussidi sotto ai 400 miliardi di euro. A complicare la situazione è anche l’iter con cui approvare l’uso nazionale delle risorse provenienti da Fondo per la Ripresa. Il meccanismo proposto dal presidente Michel, su pressione del governo olandese, prevede il benestare sul piano nazionale alla maggioranza qualificata dei paesi membri.

Altre News

Articoli Correlati