Agenpress. L’Italia adesso ha quasi diecimila posti letto in terapia intensiva disponibili. La buona notizia è che ogni giorno sta diminuendo il numero delle persone costrette alla terapia intensiva: oggi siamo a 1.578, un centinaio meno di ieri.

Questo cosa significa? Che il rischio del collasso delle terapie intensive, molto fondato qualche settimana fa, adesso non c’è. E questo è molto importante per chi come noi chiede di ripartire. Con prudenza, in sicurezza, sapendo che dovremo convivere con il virus ancora a lungo. Ma dobbiamo ripartire. Altrimenti il collasso sarà quello dei posti di lavoro.

- Advertisement -

E’ quanto dichiara, in una nota, Matteo Renzi.