- Advertisement -

AgenPress. Non condivido le idee dei Cinquestelle, ma ho un atteggiamento rispettoso della loro esperienza, da cui mi aspetto persino qualcosa di buono per il Paese, se possibile. Questo per dire che non sono di quelli che postano le foto dei leaders penta stellati sugli yacht per dire: vedete, sono diventati come gli altri.

Confesso però una certa perplessità per la scelta vacanziera di molti colleghi parlamentari di tutte le tendenze. Li vedo immortalati in locali alla moda, su yacht, imbarcazioni e darsene ‘a la page’.

A differenza di Grillo, non sono un pauperista, e auguro a tutti gli italiani un giro in barca. Ai politici, no francamente, tranne che a quelli che la barca la possedevano o frequentavano prima di fare politica.

Quando ero un giovane dc, già turista abruzzese, l’indimenticabile Remo Gaspari criticava con me i ministri dc in Costa Smeralda, e mi diceva: ’se avanzi in politica, torna sempre a Pineto, sulla stessa spiaggia ,non cambiare abitudini, e soprattutto non fare vacanze che non si possa permettere la media degli italiani’.

Ecco, io ora sto scrivendo appunto da Pineto, e ringrazio sempre il vecchio Remo dell’insegnamento, quasi un vaccino dai rischi di certe futilità.

E’ quanto dichiara, in una nota, l’on. Gianfranco Rotondi.