Dati Covid in tempo Reale

All countries
176,723,813
Confermati
Updated on 14 June 2021 04:58
All countries
159,048,739
Ricoverati
Updated on 14 June 2021 04:58
All countries
3,819,645
Morti
Updated on 14 June 2021 04:58

Serve l’arrivo di un maggior numero di vaccini

AgenPress. Per quanto riguarda i provvedimenti antiCovid il 15 febbraio scade il divieto di spostamento fra le Regioni, e il nuovo Governo Draghi dovrà affrontare se rinnovare o meno queste restrizioni.
“La mia personale opinione – afferma il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri – è che il blocco tra le regioni dovrebbe essere mantenuto per altre due settimane perchè con le varianti in circolazione il rischio è troppo alto. Andrei per gradi, nelle zone gialle riaprirei i ristoranti la sera, teatri e cinema con progressione e comincerei a pensare alle palestre. Ma solo nelle regioni gialle e se non sono state individuate varianti del virus”.
Nella regione Umbria la pandemia sta procurando allarme per l’aumento del numero dei ricoverati. Per il sovraccarico del sistema ospedaliero sono sospesi fino al 21 gli interventi chirurgici non urgenti.
Il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, sottolinea che bisogna “provare a irrobustire il piano vaccinale, dal punto di vista di maggiori arrivi, ci aiuterebbe ulteriormente per terminare il lavoro prima piuttosto che poi”.
Il problema, aggiunge Bonaccini, “è che non possiamo illudere le persone”, ci auguriamo che “nelle prossime settimane possano esserci novità positive per l’arrivo di ulteriori vaccini e ulteriori dosi vaccinali”. È la “strada maestra per frenare una crescita di contagi, che c’è anche in queste settimane e che ha visto nell’ultima settimana crescere nei diversi territori, in particolare in alcuni, i positivi”.
L’Istituto superiore di sanità precisa che “la variante inglese abbia come target specifico i bambini; per altre varianti dati ancora non sufficienti a formulare ipotesi”.
Le varianti più preoccupanti “non sembrano causare sintomi più gravi in nessuna fascia di età. La malattia si presenta con le stesse caratteristiche e i sintomi sono gli stessi di tutte le altre varianti del virus. In termini di trasmissibilità la variante ‘inglese’ manifesta un aumento per tutte le fasce di età, compresi i bambini”.
spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati