Dati Covid in tempo Reale

All countries
177,600,832
Confermati
Updated on 16 June 2021 20:11
All countries
160,358,743
Ricoverati
Updated on 16 June 2021 20:11
All countries
3,841,062
Morti
Updated on 16 June 2021 20:11

Successo record di Re Italy, immobiliare motore di sviluppo per Paese

Agenpress. Grande successo della decima edizione del Re Italy Winter Forum, la convention dell’immobiliare organizzata da MonitorImmobiliare e Monitorisparmio che si é conclusa alla Borsa di Milano.

“Il patrimonio immobiliare delle sole pubbliche amministrazioni italiane ammonta a una cifra che oscilla tra i 460 e i 480 miliardi di euro; la ricchezza immobiliare privata italiana tocca invece i 6mila miliardi di euro. Stiamo parlando di asset che, certamente, non sempre sono utilizzati al meglio, che vanno manutenuti e valorizzati, mentre, per quel che riguarda le mie specifiche competenze, è già in atto una riflessione su un utilizzo più efficiente degli spazi e una destinazione più razionale, dato che esistono ad oggi immobili pubblici in uso a privati o inutilizzati per alcune decine di miliardi di valore”. Così il ministro per la Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, nel suo messaggio di saluto alla convention del real estate. “Il Governo ha piena consapevolezza circa l’importanza strategica di un comparto così determinante nella vita economica del Paese”, ha aggiunto il ministro.

L’apertura della convention è stata affidata al presidente di Borsa Italiana Andrea Sironi che ha sottolineato come il settore immobiliare “ad oggi è poco rappresentato in Borsa”, visto che rappresenta “l’1,5% della capitalizzazione” complessiva dei mercati di Piazza Affari. “Ma noi riconosciamo l’importanza e stiamo facendo sforzi per consentire a questo settore di fare raccolta di capitali, sia sul mercato primario che successivamente con aumenti di capitale”. “Nel 2020 lanceremo i primi strumenti per la raccolta di fondi sul mercato immobiliare perchè vogliamo impegnarci per sostenere gli operatori del settore a beneficio dell’intero Paese”, aggiunge Sironi, spiegando che il settore incide “per il 18% sul Pil dell’Italia e i tre quarti degli investimenti viaggiano su fondi alternativi di tipo chiuso”.

Ad essere presenti alla convention, ormai da tutti riconosciuta come gli Stati Generali del settore, i principali rappresentanti del settore e le associazioni di categoria. In particolare da più parti è arrivato un invito al Governo a porre una maggiore attenzione verso il settore immobiliare.

“Ci deve essere da parte della politica un’attenzione positiva all’immobiliare, non tanto in sgravi fiscali o aiuti, ma data dalla consapevolezza che l’immobiliare è motore di sviluppo” – ha detto il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa – Questa consapevolezza nella politica nel complesso non c’è e questo danneggia tutti, portando svantaggi alla proprietà immobiliare diffusa, ma anche ai singoli operatori”, sostiene Spaziani, evidenziando che bisogna “fare in modo che l’immobiliare torni ad essere motore di crescita per l’economia e dei posti di lavoro”.

Anche da Silvia Rovere, presidente di Assoimmobiliare, arriva un appello alle istituzioni:“Speriamo il Governo abbia un occhio più attento a settore immobiliare. E’ stato un anno record per il settore, vogliamo farlo ancora più positivo. Milano e la Lombardia viaggiano a un passo diverso e più rapido rispetto all’Italia ma da sole non possono trainare il Paese e portarlo al livello del resto d’Europa. Anche il resto del Paese deve contribuire a chiudere il gap con il resto d’Europa. Per fare questo dobbiamo recuperare Roma, dove si comincia a vedere una minima ripresa dell’interesse e della convinzione che possa rappresentare un’opportunità. Ci deve essere una visione coerente da parte dell’amministrazione, con cui stiamo discutendo’, ha detto.

Grande spazio è stato poi dato alle prospettive per il 2020 della finanza immobiliare, con approfondimenti sugli investimenti alternativi e con la presentazione di nuovi progetti di sviluppo e di rigenerazione urbana.

Sul palco di Borsa sono arrivati nuovi esempi di progetti che trasformano la vita negli ambienti urbani. L’intera sessione pomeridiana,è stata dedicata al tema Cantieri & Investimenti. Al centro della scena il nuovo Stadio di Milano con Massimo Roj amministratore delegato di Progetto CMR, Up Town Lotto R2 con Attilio di Cunto amministratore delegato di EuroMilano, il Progetto SeiMilano con Edoardo De Albertis ceo di Borio Mangiarotti, CityLife con Armando Borghi amministratore delegato di CityLife, e il progetto Mind con Igor De Biasio, amministratore delegato di Arexpo

Presentati i progetti della Torre Unipol, dello Studio MCA, il progetto The Angle di GLA e la riconversione di Principe Amedeo 5  da parte dello Studio VGA.

spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati