Ucraina. Orban chiede a Putin il cessate il fuoco. Respinte accuse strage Bucha. “Provocazioni rozze e ciniche”

- Advertisement -

AgenPress –  Il primo ministro ungherese Viktor Orban ha detto di aver parlato a lungo con il presidente russo Vladimir Putin oggi e di avergli chiesto di mettere in atto un cessate il fuoco in Ucraina.

In una conferenza stampa ha detto di aver invitato Putin a colloqui di pace in Ungheria, insieme ai presidenti ucraino e francese e al cancelliere tedesco.

- Advertisement -

Dice che la risposta di Putin è stata “positiva, ma con condizioni”, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

Putin ha respinto le accuse a Mosca sui crimini di guerra a a Bucha, parlando di “provocazioni rozze e ciniche” da parte dell’Ucraina,  riferisce il Cremlino, secondo cui i due leader hanno inoltre discusso delle relazioni bilaterali e dei colloqui con Kiev.

Orban ha anche detto ai giornalisti che non avrebbe ceduto alle pressioni per espandere le sanzioni alle importazioni di petrolio e gas dalla Russia.

- Advertisement -

Dice di essere pronto a pagare in rubli per il gas russo, rompendo i ranghi con l’Unione Europea che ha cercato un fronte unito per opporsi alla richiesta di pagamento in valuta di Mosca.

Il nazionalista Orban è visto come in buoni rapporti con la Russia e ha descritto i burocrati di Bruxelles e il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky come “oppositori” nel suo discorso di vittoria dopo essere stato rieletto questa settimana.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati