Dati Covid in tempo Reale

All countries
194,835,316
Confermati
Updated on 26 July 2021 04:50
All countries
175,058,564
Ricoverati
Updated on 26 July 2021 04:50
All countries
4,175,129
Morti
Updated on 26 July 2021 04:50

Vaccini. Via libera dell’Ema a Johnson & Johnson. Lo studio ha coinvolto oltre 44.000 persone

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress –  L’Agenzia europea del farmaco ha dato la sua autorizzazione al vaccino di Johnson & Johnson. Lo comunica la stessa agenzia su Twitter.

Dopo una valutazione approfondita, il comitato per i medicinali per uso umano ( CHMP ) dell’EMA ha concluso per consenso che i dati sul vaccino erano solidi e soddisfacevano i criteri di efficacia , sicurezza e qualità. Vaccino COVID-19 Johnson è il quarto vaccino raccomandato nell’UE per prevenire COVID-19.

“Con questa ultima opinione positiva, le autorità di tutta l’Unione europea avranno un’altra opzione per combattere la pandemia e proteggere la vita e la salute dei loro cittadini”, ha affermato Emer Cooke, direttore esecutivo dell’EMA, aggiungendo, “questo è il primo vaccino che può essere usato come dose singola ”.

“La sicurezza e l’efficacia del vaccino – si legge in una nota Ema – continueranno a essere monitorate poiché viene utilizzato in tutta l’Ue, attraverso il sistema di farmacovigilanza dell’Ue e ulteriori studi sia da parte dell’azienda che delle autorità europee”.

Gli effetti collaterali del vaccino COVID-19 Johnson nello studio erano generalmente lievi o moderati e sono stati risolti entro un paio di giorni dalla vaccinazione. I più comuni erano dolore al sito di iniezione, mal di testa, stanchezza, dolori muscolari e nausea.

I risultati di uno studio clinico che ha coinvolto persone negli Stati Uniti, in Sud Africa e nei paesi dell’America Latina hanno scoperto che il vaccino  era efficace nel prevenire COVID-19 nelle persone a partire dai 18 anni di età. Questo studio ha coinvolto oltre 44.000 persone. A metà è stata somministrata una singola dose di vaccino e a metà è stato somministrato un placebo (un’iniezione fittizia). Le persone non sapevano se avevano ricevuto il vaccino COVID-19 Johnson o un placebo.

Lo studio ha rilevato una riduzione del 67% del numero di casi di COVID-19 sintomatici dopo 2 settimane nelle persone che hanno ricevuto il vaccino COVID-19 Johnson (116 casi su 19.630 persone) rispetto alle persone a cui è stato somministrato placebo (348 persone su 19.691). Ciò significa che il vaccino ha avuto un’efficacia del 67% .

Il vaccino COVID-19  agisce preparando il corpo a difendersi da COVID-19. È costituito da un altro virus (un adenovirus) che è stato modificato per contenere il gene per la produzione della proteina spike SARS-CoV-2. Questa è una proteina del virus SARS-CoV-2 di cui ha bisogno per entrare nelle cellule del corpo.

L’adenovirus trasmette il gene SARS-CoV-2 nelle cellule della persona vaccinata. Le cellule possono quindi utilizzare il gene per produrre la proteina spike. Il sistema immunitario della persona riconoscerà la proteina spike come estranea e produrrà anticorpi e attiverà le cellule T (globuli bianchi) per bersagliarla.

Successivamente, se la persona entra in contatto con il virus SARS-CoV-2, il sistema immunitario della persona vaccinata riconoscerà la proteina spike sul virus e sarà pronto a difendere il corpo da essa. L’adenovirus contenuto nel vaccino non può riprodursi e non causa malattie.

Altre News

Articoli Correlati