Dati Covid in tempo Reale

All countries
261,556,651
Confermati
Updated on 28 November 2021 16:02
All countries
234,493,338
Ricoverati
Updated on 28 November 2021 16:02
All countries
5,215,849
Morti
Updated on 28 November 2021 16:02

Yahoo lascia definitivamente la Cina. E’ un “ambiente operativo più impegnativo e maggiori requisiti di conformità”

- Advertisement -

AgenPress – Yahoo Inc. ha annunciato di interrompere  tutti i suoi servizi online rimanenti in Cina,  segnando il suo definitivo ritiro dal paese, settimane dopo che LinkedIn di Microsoft Corp ha annunciato la sua uscita dalla seconda economia mondialecausa di maggiori requisiti di conformità .

L’azienda con sede a Sunnyvale, in California, ha affermato che la sua “suite di servizi non sarà più accessibile” nel paese, secondo una dichiarazione pubblicata sul suo sito Web durante il fine settimana. Ha aggiunto che “i prodotti e i servizi di Yahoo rimangono inalterati in tutte le altre località globali”, senza approfondire le ragioni della sua ultima uscita dalla terraferma.

- Advertisement -

Yahoo è entrata in Cina nel 1998 e nel 2012 ha stretto un accordo con Alibaba Group per vendere la sua partecipazione nel gigante dell’e-commerce. L’accordo ha anche visto Alibaba ottenere il diritto di gestire Yahoo China con il marchio Yahoo per un massimo di quattro anni.

Linkedin ha citato un “ambiente operativo più impegnativo e maggiori requisiti di conformità in Cina”.

Yahoo China ha successivamente chiuso il suo servizio di posta elettronica e il portale web, ma il marchio ha mantenuto un centro di ricerca e sviluppo globale a Pechino fino al 2015, quando è stato chiuso.

- Advertisement -

Yahoo, che ha lanciato le sue operazioni Internet nazionali nel 1999, ha chiuso la sua ultima presenza fisica rimanente nel paese nel marzo 2015, quando è stata chiusa la sua attività di ricerca e sviluppo a Pechino. I suoi servizi di notizie e comunità nel paese sono stati terminati a settembre 2013, un mese dopo l’interruzione del servizio di posta elettronica locale.

La popolarità di Yahoo nella ricerca online è diminuita negli anni 2000, quando Google ha aumentato la sua quota di mercato globale e Baidu è diventato il fornitore di motori di ricerca dominante in Cina. Yahoo è gestito dall’omonima società Yahoo!, posseduta per il 90% da fondi di investimento gestiti da Apollo Global Management e per il 10% da Verizon Communications .

Yahoo è la seconda grande azienda tecnologica Usa nelle ultime settimane a ridurre le sue operazioni in Cina, dopo LinkedIn di Microsoft.

Con la decisione, Yahoo si ritira dalla Cina, ponendo fine a una tumultuosa relazione ventennale, seguendo la mossa fatta il 14 ottobre da LinkedIn, la piattaforma di networking professionale di Microsoft, sulla chiusura del suo sito cinese, sostituito da entro la fine dell’anno da una piattaforma di forum di lavoro senza modalità social. Un servizio limitato, in altri termini, al solo Paese e non di connessione con l’esterno denominato InJobs, priva di social feed o della possibilità di condividere post o articoli.

Insomma, una bacheca di annunci. Yahoo, invece, aveva già avviato un percorso di ridimensionamento delle sue operazioni nel Dragone, tanto che nel 2015 chiuse il suo ufficio di Pechino. Il suo ritiro dalla Cina è in gran parte simbolico poiché diversi servizi di Yahoo e il portale web sono stati bloccati nel Paese dal Great Firewall e sono visibili solo attraverso l’adozione di VPN.

Alcuni utenti continentali di Yahoo hanno commentato la chiusura dei suoi servizi, che ha permesso loro di accedere ad articoli in lingua straniera senza bisogno di una rete privata virtuale.

“Il sito in lingua straniera di Yahoo è ora chiuso”, ha scritto un utente di Weibo sul servizio di microblogging cinese. “Non riesco più a imparare il francese leggendolo.”

Mentre Yahoo era noto per aver ampiamente penetrato il mercato Internet cinese durante la sua infanzia, la società è anche accreditata per aver fatto una delle scommesse di maggior successo nel settore dell’e-commerce .

Nell’agosto 2005, Yahoo ha investito 1 miliardo di dollari per acquisire una quota del 40% in Alibaba Group Holding , proprietaria del South China Morning Post , e ha ceduto il controllo delle sue operazioni in Cina al gigante dell’e-commerce con sede a Hangzhou.

Anni dopo, il fondatore di Alibaba Jack Ma ha descritto il “semplice accordo” con Yahoo come una pietra miliare per la sua azienda. “La cooperazione con Yahoo è stata molto importante per la crescita di Alibaba”, ha detto Ma nel 2013. “Se oggi avessi l’opportunità di ripensarci, prenderei la stessa decisione”

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati