Catalogna. Ancora proteste, 170 feriti. Centinaia di voli cancellati

374

Agenpress – E’ di 131 manifestanti e 40 agenti feriti il bilancio della seconda giornata di scontri e proteste in Catalogna dopo le pesantissime condanne ai leader separatisti. Negli scontri con i Mossos d’Esquadra, la polizia catalana, un manifestante ha perso un occhio e un altro un testicolo. All’aeroporto di Barcellona, El Prat, sono stati sospesi 45 voli sui mille in programma, mentre funzionano regolarmente i treni.

Ieri caos  all’aeroporto di Barcellona, dove continuano le proteste in corso in tutta la città dopo la sentenza di condanna dei leader indipendentisti catalani da parte della Corte Suprema.

I manifestanti si sono riversati in massa nello scalo spagnolo provando anche a superare i controlli di sicurezza con biglietti truccati, cantando “Els Segadors”, l’inno della Catalogna, e anche ‘Bella ciao’. Nel corso del pomeriggio la situazione è diventata incandescente e ci sono state cariche delle forze dell’ordine anche dentro l’aeroporto, nella zona del Terminal 1. I Mossos hanno anche ordinato il blocco dei treni e della metro diretti all’aeroporto. Dopo circa un’ora poi è ripresa la circolazione.