Cambiamenti climatici. Oms, solo il 38% dei Paesi investe risorse, spesso per mancanza di informazioni

179

Agenpress – Solo il 38% dei Paesi nel mondo ha finanziamenti per tradurre in pratica, anche solo in parte, la propria strategia, e meno del 10% ha convogliato risorse per implementarla completamente.

E’ quanto emerge dal rapporto ‘2018 WHO health and climate change survey report: tracking global progress’, realizzato dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che ha preso in esame i dati provenienti da 101 Paesi intervistati. Il 48% dei Paesi ha condotto una valutazione dei rischi climatici per la salute pubblica e i più comuni sono risultati essere stress da calore, lesioni o morte dovuti a eventi meteorologici estremi, contaminazione di cibo e acqua, malattie trasmesse da vettori (come colera, dengue o malaria). Tuttavia, circa il 60% di questi Stati riferisce che i risultati della valutazione hanno avuto “un’influenza scarsa o nulla sull’allocazione delle risorse umane e finanziarie”.

L’indagine ha rilevato anche la difficoltà ad accedere ai fondi internazionali messi a disposizione per proteggere la salute della popolazione dai cambiamenti climatici: oltre il 75% dei Paesi ha riferito una mancanza di informazioni sulle opportunità di accesso ai finanziamenti e oltre il 50% di una mancanza di capacità di elaborare proposte.