Sen. Domenico Scilipoti Isgrò (FI): “Errore aumento tassa di soggiorno”

202

Agenpress. “Nella manovra di bilancio, tra le tante voci da rivedere, ci sta l’ aumento della tassacomunale di soggiorno da applicare per gli hotel nelle località a maggior densità turistica. Si tratta, come è evidente, di una scelta insensata, perchè va a colpire una delle prime ” industrie” italiana, il turismo.

Se davvero passasse questa norma, gli hotel sarebbero obbligati ad alzare i prezzi non con vantaggio proprio, ma a danno dei clienti in quanto detta imposta va girata ai comuni. Tutto questo avrebbe conseguenze negative sul turismo con un incremento dei prezzi delle strutture alberghiere e con un possibile danno per quelle di media fascia. Infatti, un ritocco di sei sette euro medi non crea alcuna turbativa alla clientela di elite, ma è pesante sulle tasche di chi cerca sistemazioni di non elevato costo.

Una scelta simile avrebbe il solo risultato di rafforzare la già temibile concorrenza di nazioni come Spagna, Grecia e località marinare africane che praticano oggi prezzi ultra concorrenziali”: lo dice in una nota il Senatore di Forza Italia e Presidente di Unione Cristiana Domenico Scilipoti Isgrò.