Le lotte sociali non si arrestano. Oggi Rifondazione Comunista alla manifestazione Notav

401

Agenpress. Sabato 11 gennaio, a Torino, Maurizio Acerbo ed Ezio Locatelli, rispettivamente segretario nazionale e segretario provinciale di Rifondazione Comunista saranno presenti alla manifestazione di protesta contro le politiche di criminalizzazione del movimento notav in Valsusa.

L’arresto di Nicoletta Dosio, storica attivista notav, è talmente ingiusto e insensato da aver sollevato una marea di critiche, di riprovazione. Rifondazione Comunista dopo aver promosso o partecipato a decine di presidi di protesta in tutta Italia domani sarà presente alla manifestazione notav.

Lo dobbiamo – sostengono Acerbo e Locatelli – a una compagna che è stata sempre in prima fila nelle lotte ambientali e sociali del Paese, lo dobbiamo  a un movimento di cui facciamo parte che ha avuto il merito di portare avanti una battaglia di grande forza evocativa, la battaglia contro un’opera inutile, affaristica, balzata più volte alle cronache per l’intreccio di malaffare, illegalità, criminalità.

Nel chiedere che sia data piena libertà a Nicoletta chiediamo che la stessa cosa sia fatta nei confronti di quanti sono stati ingiustamente arrestati  per aver partecipato a proteste notav. Le lotte sociali non si arresta soprattutto se portate avanti in difesa dell’ambiente, della salute e dell’interesse pubblico non solo di una comunità ma dell’intero Paese”.