Gregoretti. Faraone (Iv). Hanno trasformato in caciara politica quella che dovrebbe essere solo una valutazione tecnica

411

Agenpress –  “Noi sulla vicenda Gregoretti, così come sulla Diciotti, la Sea Watch abbiamo sempre condannato l’atteggiamento di Salvini. Da un altro punto di vista però siamo chiamati a fare una valutazione in giunta su un’autorizzazione a procedere. Quindi su questa situazione credo sia corretto che tutti i senatori si prendano il tempo per studiare le carte e fare gli approfondimenti che noi da garantisti vogliamo fare”.

Così Davide Faraone, capogruppo di Italia Viva al Senato,  intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus, sul caso Gregoretti.

“Ovviamente se il caso dovesse essere uguale a quello della Diciotti voteremo sì, però dobbiamo verificare che sia effettivamente uguale. Quando diciamo che vogliamo guardare le carte, ci riferiamo al fatto di valutare se sia stata una scelta individuale o collegiale di tutto il governo. C’è una cosa paradossale, il fatto che noi stiamo chiedendo approfondimenti per valutare la necessità di procedere in un modo o in un altro, mentre a Salvini, alla Lega e a Gasparri interessa solo che si voti il 20. Hanno trasformato in caciara politica quella che dovrebbe essere solo una valutazione tecnica. Vi faccio un esempio del clima che si è creato sulla vicenda. Giorni fa mi hanno chiamato per la trasmissione di Porro e un autore mi ha chiesto: come voterà sul caso Gregoretti? Io ho risposto che bisogna leggere le carte e valutare nel merito. E l’autore, a poche ore dalla diretta, mi ha detto: a noi serve uno che dica chiaramente che Salvini deve essere mandato a processo. Sono stato quindi escluso dalla trasmissione ed è stato chiamato un altro. Essere garantisti non vuol dire affermare che non debba esserci mai un giudizio di condanna, essere garantisti vuol dire dare la possibilità a tutti di potersi difendere, vuol dire non scambiare un avviso di garanzia per una sentenza, vuol dire considerare una persona innocente fino a sentenza definitiva. Non vorrei si scambiasse il garantismo con l’impunità”.

Riguardo i decreti sicurezza. “Sono due porcherie, vanno abrogati immediatamente. Sicuramente i 5 Stelle hanno più remore a cancellarli visto che li hanno approvati con la Lega. Non basta qualche limatura, sono decreti che vanno rivisti nella loro filosofia”.

Sulla tenuta del governo. “E’ chiaro che per noi quest’esperienza di governo con il M5S è da considerarsi temporanea –ha dichiarato Faraone-. Pensare però che noi facciamo nascere il governo e lo facciamo cadere subito è da pazzi. Ricordo che questo governo nasce da un’intuizione di Renzi. Sicuramente la nostra idea è di arrivare alla fine della legislatura”.