Iran. Aereo abbattuto. Rohani, disastro “inimmaginabile” e “inaccettabile”, forze armate chiedano scusa al popolo

475

Agenpress –  “Le forze armate dovrebbero scusarsi con il popolo e rivelare tutto quello che è accaduto con l’aereo ucraino” abbattuto. Lo ha detto il presidente iraniano Hassan Rohani in una riunione di gabinetto, dopo le proteste per le “bugie” delle autorità sulla vicenda.

“Esorto le forze armate e lo stato maggiore a spiegare alla gente quello che è accaduto dall’incidente fino al momento in cui è stata annunciata” la verità dei fatti “perché capisca che non si voleva nascondere nulla”, ha dichiarato Rohani, chiedendo quindi che “l’esercito si scusi se c’è stato un ritardo” nella diffusione delle informazioni.

Di fronte alla tragedia del Boeing ucraino abbattuto e alle tensioni con gli Usa, l’Iran ha bisogno di “unità nazionale”, ha detto ancora Rohani. “Il popolo vuole essere sicuro che le autorità lo trattino con onestà, integrità e fiducia”, ha aggiunto il capo del governo di Teheran, dopo le proteste degli ultimi giorni.

Il disastro “inimmaginabile” e “inaccettabile” dell’aereo ucraino deve spingere la Repubblica islamica a una “grande decisione” che consiste nella “riconciliazione nazionale” e le elezioni parlamentari del prossimo 21 febbraio “devono essere un primo passo” in questo senso”.