Regionali. Conte, sbagliato dire che è un voto sul governo. Salvini? Battaglia strumentale

188

Agenpress –  “Dire che le elezioni regionali sia voto sul governo è sbagliato. Non credo ne potranno derivare fibrillazioni sul governo. Ma aspettiamo di valutare, confidiamo che il voto possa dare più energia alle forze che sostengono governo”. Lo dice il premier Giuseppe Conte ai microfoni di “nonstopnews”, su Rtl 102.5.

Un mio partito? “Non ci penso affatto. Non solo perché non ho velleità, ma perché ritengo sarebbe profondamente sbagliato. Sarebbe un retropensiero che potrebbe distrarmi da quello che sto facendo. Io ho un culto fondamentale del dovere, e questo è il più alto incarico avuto nella mia vita, l’onore di servire gli italiani. Pensare di lasciarmi distrarre dal fatto di creare un mio elettorato, con un mio partito, avrebbe un effetto distorcente, e non lo consentirò mai”.

Riguardo alla Gregoretti  “ho già chiarito i fatti. La presidenza del Consiglio è stata coinvolta nella distribuzione di migranti. La decisione su se, come e a quali condizioni sbarcare era di Salvini in qualità di ministro dell’Interno”.

“Mi sembra evidente che il ministro dell’Interno ne abbia fatto una battaglia politica, anche in modo strumentale”.