Virus Cina. Può mutare e propagarsi più facilmente, 400 i casi accertati

211

Agenpress – Il nuovo virus della stessa famiglia della Sars “può mutare e propagarsi più facilmente”. Lo riferiscono le autorità cinesi.

Il nuovo coronavirus ha fatto altre vittime,  i casi accertati in tutto il Paese hanno superato i 400 e le vittime sono aumentate da sei a nove. Lo ha detto il vice ministro della Commissione nazionale per la salute Li Bin in una conferenza stampa.

Il suo nome scientifico è 2019-n-CoV, è molto simile al virusa della Sars (sindrome respiratoria acuta grave) e sta gettando nel panico mezzo mondo. E’ il virus che ha già mietuto diverse vittime in Cina e secondo le autorità di Pechino potrebbe trasmettersi anche tra gli umani. Fa paura perché la Sars tra il 2012 al 2019 ha portato alla morte 858 persone.

Il suo nome scientifico è 2019-n-CoV, è molto simile al virusa della Sars (sindrome respiratoria acuta grave) e sta gettando nel panico mezzo mondo. E’ il virus che ha già mietuto diverse vittime in Cina e secondo le autorità di Pechino potrebbe trasmettersi anche tra gli umani. Fa paura perché la Sars tra il 2012 al 2019 ha portato alla morte 858 persone.

Chi si ammala presenta i sintomi classici dell’influenza: febbre, tosse, mal di gola, affaticamento polmonare. Al momentosi cura con le terapie di supporto tipiche dei raffreddori non essendoci ancora farmaci ad hoc.

Le autorità mondiali al momento tranquillizzano e invitano a non diffondere il panico. la diffusione al di fuori della Cina sembra un pericolo remoto ma chi viaggia nelle zone a rischio deve tenere conto di alcuni consigli (che vedete nell’infografica allegata all’articolo).