Minneapolis. Proseguono le proteste, coprifuoco in diverse città. Biden, si proteste, no violenze

280

Agenpress –  Manifestazioni di protesta per la morte di George Floyd sono in corso a Minneapolis, dove l’afroamericano e’ morto sotto arresto della polizia, e in altre citta’ americane, da New York a Washington Dc, da Los Angeles ad Atlanta, da Boston a Chicago, da Seattle a Columbus. Vari stati hanno mobilitato la guardia nazionale.

Mentre le proteste continuano  almeno 25 città in 16 stati hanno imposto il coprifuoco. Lo riferisce la Cnn. La Guardia Nazionale è stata inoltre attivata in circa una decina di stati e nel Distretto di Columbia. Quasi ovunque sono stati segnalati momenti di tensione, tafferugli con la polizia, incendi di auto e cassonetti delle immondizie, vetri di negozi infranti, ma finora non sono stati riportati episodi gravi. A Philadelphia tuttavia almeno 13 agenti sono rimasti feriti tra roghi e incursioni in negozi del centro.

La polizia ha arrestato quasi 1.400 persone in 17 città Usa da quando sono iniziate le proteste.

Almeno tre persone sono state ferite da colpi d’arma da fuoco e una è morta nelle proteste nel centro di Indianapolis sabato sera. La polizia sta ancora indagando e ha consigliato ai cittadini di evitare la zona. Anche un agente di polizia ha anche riportato lievi ferite.

Il candidato alla presidenza americano Joe Biden ha condannato la violenza delle proteste  sottolineando tuttavia che gli americani hanno diritto di manifestare. “Protestare contro tale brutalità è giusto e necessario. È una risposta assolutamente americana – ha dichiarato – ma incendiare le comunità e distruggere inutilmente non lo è. La violenza che mette in pericolo la vita non lo è. La violenza che distrugge e chiude le attività che servono alla comunità non lo è”.