Hong Kong. 370 arresti. Joshua Wong: “non è il momento di arrendersi”

466

Agenpress – Sono circa 370 gli arresti eseguiti oggi a Hong Kong, inclusi 10 (6 uomini e 4 donne) in violazione della legge sulla sicurezza nazionale voluta dalla Cina: è il bilancio diffuso in tarda serata dalla polizia in merito alle proteste andate in scena nell’ex colonia nel giorno del 23/o anniversario del ritorno dei territori sotto la sovranità di Pechino. Nel totale, in base a un post sui social media, sono 7 gli agenti feriti, di cui uno accoltellato e tre travolti da un manifestante in motocicletta.

“Non ci arrenderemo mai” e “non è il momento di arrendersi”,  ha scritto l’attivista pro-democrazia Joshua Wong, postando su Twitter le foto di migliaia di persone per le strade di Hong Kong, mobilitatesi oggi per protestare contro la legge sulla sicurezza nazionale voluta dalla Cina. “Le autorità cinesi – ha aggiunto in un altro tweet, criticando la legge – hanno il diritto di arrestare chiunque da tutto il mondo, anche se non sei né cittadino di Hong Kong né cinese, se violi la legge sulla sicurezza cinese”.