50 parlamentari da tutta Europa firmano appello. “Una rete di parlamentari per l’Europa Unita”

818

AgenPress. “Il 9 luglio di quarant’anni fa Altiero Spinelli e altri deputati del Parlamento europeo davano vita ad un intergruppo parlamentare – il Club del Coccodrillo.  Vogliamo oggi ricordarlo e fare nostro lo spirito di riforma radicale che animò quell’iniziativa, permettendo di realizzare molti dei successivi passaggi più ambiziosi dell’integrazione europea.”

Queste le parole dell’appello sottoscritto da 50 parlamentari, co-promosso da Alessandro Fusacchia, della piattaforma politica Movimenta e membro della Camera dei deputati, e Brando Benifei, capogruppo PD al Parlamento europeo.

“Chiediamo alle istituzioni europee e ai governi nazionali, in particolare al Consiglio europeo che si riunirà il 17-18 luglio prossimi, di concludere l’accordo sul Recovery Fund” affermano i parlamentari, chiedendo di mettere al centro le esigenze “delle bambine e dei bambini, dei più giovani d’Europa, investendo massicciamente su cittadinanza europea, sulla mobilità sociale, sull’istruzione e la cultura, sulla piena parità di genere.”

Nell’appello i parlamentari insistono sulla necessità di investimenti federali nel settore delle nuove tecnologie a sostegno dello sviluppo sostenibile, e sulla messa in comune di un nuovo debito comune, finanziato anche attraverso nuove risorse proprie comunitarie, come la digital tax, la financial transaction tax e la carbon border tax.”

“Ci impegniamo”, concludono i 50 parlamentari, “a portare il nostro contributo nei prossimi mesi lavorando dentro e fuori i nostri rispettivi Parlamenti come pure contribuendo alla Conferenza sul futuro dell’Europa, avanzando iniziative congiunte che aiuti ad andare nella direzione di un’Europa federale”.

L’appello vede tra i firmatari anche il vice presidente del PE Fabio Massimo Castaldo, il presidente della Commissione Giustizia e Libertà civili del PE Juan Fernando Lopez, tre deputate che incarnano il futuro dell’ecologismo europeo Rossella Muroni al Parlamento italiano, Alexandra Geese al Parlamento europeo, e Franziska Brantner al Parlamento tedesco; la capogruppo del M5S al PE Tiziana Beghin  e il vicepresidente dei socialdemocratici tedeschi Ismail Ertug; la deputata Lia Quartapelle e il senatore Tommaso Nannicini del PD; i deputati Paolo Lattanzio e Vittoria Casa del M5S, il presidente della Commissione Regeni Erasmo Palazzotto.

Qui il link alla versione italiana dell’appello con l’elenco completo dei firmatari, pubblicato su Euractiv.it:

https://euractiv.it/section/politica/news/una-rete-paneuropea-di-parlamentari-per-uneuropa-federale/