Usa. Maxi incendio ad est di Los Angeles: 7.800 evacuati

417

AgenPress – Circa 7.800 persone sono state evacuate a causa di un vasto incendio divampato il 31 luglio e ancora “fuori controllo” che sta bruciando la Cherry Valley a Est di Los Angeles,  come riferito dai vigili del fuoco della contea di Riverside alla Cnn. Il rogo è iniziato venerdì poco prima delle 17:00 locali: partire da sabato notte, le fiamme hanno bruciato circa 12.000 acri e le fiamme, secondo i vigili sono ancora “fuori controllo”.

L’incendio, originato da due roghi più piccoli scoppiati uno accanto all’altro e soprannominato Apple Fire, è raddoppiato per dimensioni durante la notte e ora copre oltre 18 miglia quadrate. A circa 7.800 persone e’ stato detto di evacuare oltre 2.500 case. Centinaia di persone nei quartieri a nord di Beaumont sono state sottoposte a ordini di evacuazione obbligatori.

Col passare delle ore, le fiamme si sono avvicinate alle case di Cherry Valley, zona della città di Beaumont. Nella notte tra venerdì e sabato, il soprannominato “Apple Fire” è raddoppiato per dimensioni, arrivando a coprire più di 18 miglia quadrate. Le forze dell’ordine stanno lavorando per mettere fine ad un evento drammatico, che ha causato lo sfollamento di poco meno di 8mila persone.

Un incendio a Los Angeles, denominato “Apple Fire”, continua a spaventare tutti i cittadini della zona. Come riportato dall’Ansa, ben 7800 persone sono ora sfollate, con più di 2500 abitazioni evacuate. La situazione continua ad essere molto critica soprattutto a causa dell’allerta meteo. Il termometro ha già superato quota 41 gradi e, secondo il servizio meteorologico statunitense, il bollino rosso dovrebbe continuare fino a sera. Fernando Herrera, capitano del CalFire, ha parlato della complicata emergenza a Riverside Press-Enterprise.

Secondo quanto riportato dal vigile del fuoco, le difficoltà dei pompieri nel domare le fiamme sono aumentate anche a causa del terreno bruciato. Questo, essendo troppo caldo, non permette nemmeno di camminarci sopra. Le prossime ore saranno molto importanti in questo senso. Si sta facendo il possibile per arginare il più possibile i danni già molto ingenti.