Bizzotto (Lega): “Carne finta, da Bruxelles uno schiaffo al Made in Italy e ai consumatori”

562

AgenPress. “Il No del Parlamento Europeo agli emendamenti per fermare la ‘carne senza carne’ rappresenta uno scandaloso schiaffo in faccia al Made in Italy, a migliaia di allevatori italiani e a tutti i consumatori che hanno il sacrosanto diritto di sapere cosa mangiano e di non essere truffati da denominazioni fraudolente. Dopo il vino senza uva e il formaggio senza latte, l’Europa, come Ponzio Pilato, ha deciso di non decidere aprendo di fatto le porte all’uso delle denominazioni di carne per prodotti di carne finta. Come si può chiamare salsiccia, mortadella o hamburger un prodotto fatto in laboratorio che non ha un solo milligrammo di carne? Con la ‘carne fake’ siamo davvero arrivati alla follia”.

Lo dichiara l’europarlamentare della Lega Mara Bizzotto, prima firmataria di un emendamento alla nuova PAC (Politica Agricola Comune) “per fermare la carne fatta in laboratorio” votato e bocciato oggi dal Parlamento Europeo.

“Il voto di oggi è un grande regalo alle lobby industriali e alle multinazionali che in questi mesi hanno esercitato pressioni enormi su questa partita” – continua l’europarlamentare Bizzotto, relatrice ombra del dossier sull’OCM (organizzazione comune dei mercati) al cui interno si è sviluppata la discussione sulla denominazione della carne prima di approdare al voto della Plenaria del Parlamento.

“Per noi non può esistere la carne senza carne – conclude l’europarlamentare Mara Bizzotto – Porteremo avanti in ogni sede e ad ogni livello questa battaglia contro la carne finta e a difesa del Made in Italy, perché si tratta di una battaglia di verità e a difesa dei nostri allevatori e di tutti i consumatori che non possono essere ingannati dalla carne fake commercializzata dalle multinazionali”.