Dati Covid in tempo Reale

All countries
233,099,451
Confermati
Updated on 28 September 2021 04:24
All countries
208,111,983
Ricoverati
Updated on 28 September 2021 04:24
All countries
4,769,820
Morti
Updated on 28 September 2021 04:24

G20. Di Maio, multilateralismo e cooperazione internazionali necessarie in sfide globali

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – “La pandemia da Covid-19 ha messo in luce la necessità di una risposta internazionale coordinata ad emergenze che trascendono i confini nazionali. In un mondo interconnesso, il multilateralismo e la cooperazione internazionale sono gli unici strumenti davvero efficaci di fronte a sfide globali”.

Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi di Maio, aprendo la ministeriale Esteri del G20 a Matera  “L’Italia sostiene un multilateralismo efficace e un ordine internazionale basato sulle regole, con le Nazioni Unite al centro”, ha aggiunto. “Un commercio libero, equo, inclusivo e basato sul rispetto di regole condivise è essenziale per contrastare la pandemia e promuovere una ripresa sostenibile, che renda le nostre economie più verdi e digitali” ha proseguito.  “Il G20 dovrà continuare a fornire un forte sostegno alla riforma dell’organizzazione mondiale del Commercio”.

“Con le due Conferenze Onu sui cambiamenti climatici (Cop26) e sulla biodiversità (Cop15), abbiamo un’occasione imperdibile, per attuare gli Accordi di Parigi, con l’adozione di impegni ambiziosi di breve termine e il sostegno all’obiettivo della neutralità climatica, che auspichiamo essere al 2050, in base agli impegni presi da un numero crescente di Paesi” ha inoltre ricordato il ministro degli Esteri.

La riunione dei ministri degli Esteri del G20 comincia alle 10 ed è articolata in due sessioni: la prima sul tema della governance globale e del multilateralismo, strumento  chiave per affrontare le principali sfide globali e promuovere una  ripresa sostenibile e resiliente.

La seconda sessione dedicata alle relazioni con il  continente africano, con focus tematico sullo sviluppo sostenibile e  verterà sulle misure di policy più appropriate in alcuni importanti  settori tra cui quelli dell’inclusione di giovani e donne, degli  scambi commerciali, della lotta ai cambiamenti climatici e della  transizione energetica. Nell’obiettivo di garantire un allineamento  con il programma della Presidenza italiana del  G20, entrambi i temi in agenda sono stati sviluppati a partire dai tre pilastri “People, Planet, Prosperity” e in sintonia con il filo  conduttore del “build back better”, volto a promuovere una ripresa  sostenibile, inclusiva e resiliente.

Nel pomeriggio si terrà per la prima volta  nella storia del G20 una riunione congiunta dei ministri degli Esteri  e dello Sviluppo a cui farà seguito, sempre per la prima volta, una  specifica sessione dei soli ministri dello Sviluppo, mercoledì a  Brindisi. Con la ministeriale congiunta la presidenza italiana intende portare la situazione globale della sicurezza alimentare e della  nutrizione al centro dell’agenda politica internazionale, fornendo  così l’impulso politico e lo slancio necessari ad azioni concrete per  affrontare le crisi alimentari e raggiungere l’obiettivo Zero Fame  entro il 2030. Al termine verrà adottata la Dichiarazione ministeriale di Matera.

Altre News

Articoli Correlati