Dati Covid in tempo Reale

All countries
163,165,573
Confermati
Updated on 16 May 2021 02:42
All countries
142,576,917
Ricoverati
Updated on 16 May 2021 02:42
All countries
3,383,230
Morti
Updated on 16 May 2021 02:42
spot_img

Hong Kong. La Cina approvata riforma elettorale “patriota” che limita l’opposizione

AgenPress – Il governo cinese ha approvato la nuova legge che limiterà drasticamente il diritto degli abitanti di Hong Kong di candidarsi alle elezioni e rimodellare il parlamento della città , rafforzando ulteriormente il potere di Pechino sul presunto territorio semi-autonomo.

In una decisione unanime e non sorprendente martedì, il comitato permanente del Congresso nazionale del popolo, il parlamento cinese, ha approvato le modifiche proposte al modo in cui vengono scelti i legislatori di Hong Kong e il leader della città.
Prima di questi cambiamenti, la legislatura di Hong Kong da 70 seggi era più o meno divisa tra seggi eletti direttamente e cosiddetti collegi elettorali funzionali, seggi scelti da organi del commercio e dell’industria che di solito favoriscono gli alleati di Pechino. In teoria, i partiti di opposizione potrebbero ottenere la maggioranza nel corpo, prendendo quasi tutti i seggi eletti e una manciata di collegi elettorali funzionali, consentendo loro di avere voce in capitolo nel modo in cui la città è governata.
Da martedì non sarà più possibile. Con il nuovo sistema, il legislatore si espanderà a 90 seggi, di cui 40 saranno scelti da un comitato elettorale di nuova costituzione, per lo più nominato dal governo.
Le circoscrizioni funzionali controlleranno 30 seggi, mentre solo 20 saranno eletti direttamente dal pubblico, il numero più basso da quando Hong Kong è passata al governo cinese nel 1997 .
Coloro che sperano di candidarsi a quei seggi dovranno affrontare un altro ostacolo: devono ottenere le candidature da ciascuno dei cinque settori del comitato elettorale, cosa che potrebbe essere impossibile per tutti tranne che per una manciata di candidati dell’opposizione.
Con il nuovo sistema, anche il Comitato Elettorale, composto per lo più da figure pro-Pechino e precedentemente responsabile della selezione dell’amministratore delegato della città, sarà rivisto . I 117 seggi precedentemente assegnati ai consiglieri distrettuali – eletti direttamente dal pubblico – verranno eliminati a favore delle cariche nominate dal governo.
spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati