Dati Covid in tempo Reale

All countries
232,211,896
Confermati
Updated on 25 September 2021 21:20
All countries
207,090,356
Ricoverati
Updated on 25 September 2021 21:20
All countries
4,755,989
Morti
Updated on 25 September 2021 21:20

Hong Kong. Ritirate le accuse contro il cantante pop Anthony Wong e l’ex deputato democratico Au Nok-hin

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Il Dipartimento di Giustizia di Hong Kong ha ritirato le accuse contro il cantante pop Anthony Wong e l’ex deputato democratico Au Nok-hin, tre giorni dopo essere stati arrestati dalla Commissione indipendente contro la corruzione per una presunta violazione della legge elettorale.

L’agenzia anti-corruzione aveva affermato lunedì che Wong, 59 anni, aveva eseguito due canzoni sul palco in una manifestazione a Central prima di fare appello ai presenti per votare a favore di Au alle elezioni suppletive del Consiglio legislativo, il parlamentino locale, dell’11 marzo 2018.

I due dovranno mantenere una buona condotta per 18 mesi evitando violazioni relative al sistema elettorale. All’inizio di questa settimana, i due erano stati accusati di “condotta corrotta” per aver fornito ‘un intrattenimento’ allo scopo di indurre il pubblico a votare per Au, dopo che Wong si era esibito nel 2018 a un comizio elettorale in suo favore.

I due, inoltre, hanno concordato un deposito cauzionale di circa 270 dollari per la durata di 24 mesi, in base a quanto deciso oggi presso la Corte distrettuale orientale di Hong Kong. L’ordinanza vincolante, con cui è stata rivolta la vicenda, è un accordo tra il tribunale e l’imputato per mantenere un buon comportamento per un certo periodo e non è né una punizione né una condanna penale. Au, 34 anni, sta attualmente scontando una condanna a dieci mesi di reclusione per le accuse di assemblea non autorizzate relative alle proteste di massa pro-demcorazia del 2019, oltre a essere accusato della violazione della legge sulla sicurezza nazionale insieme ad altri 46 attivisti democratici per il coinvolgimento nelle primarie di luglio 2020 per le politiche di settembre, rinviate poi di un anno a causa del Covid-19 e un’ulteriore volta per il ridisegno del sistema elettorale imposto da Pechino per assicurare il governo della città ai ‘patrioti’.

Altre News

Articoli Correlati