Dati Covid in tempo Reale

All countries
330,527,549
Confermati
Updated on 17 January 2022 21:35
All countries
266,460,092
Ricoverati
Updated on 17 January 2022 21:35
All countries
5,561,739
Morti
Updated on 17 January 2022 21:35

Hong Kong. “Sventrata” la stampa libera. Xi Jinping ha imposto un clima di autocensura e paura

- Advertisement -

AgenPress – Lo scorso anno, due dei maggiori media pro-democrazia di Hong Kong sono stati chiusi dopo un’enorme pressione del governo, una serie di arresti e raid della polizia nelle loro redazioni.

La velocità con cui la stampa libera viene “sventrata” negli ultimi due anni è davvero drammatica, secondo Sarah Cook, direttrice della ricerca per Cina, Hong Kong e Taiwan presso la Freedom House senza scopo di lucro.

Un terzo giornale,  la Citizen News di cinque anni, ha annunciato la scorsa settimana che avrebbe chiuso. Ma a differenza di Apple Daily e Stand News, Citizen News non ha aspettato che la polizia venisse a bussare alla porta. 
“Se non possiamo continuare a riferire nel modo in cui volevamo e nel modo in cui ci sentiamo al sicuro, la cessazione dell’attività è purtroppo l’unica scelta”, ha detto lunedì lo scrittore capo Chris Yeung durante una conferenza stampa.
Nei 18 mesi da quando Pechino ha imposto una legge radicale sulla sicurezza nazionale a Hong Kong, la linea che definisce ciò che può ancora essere pubblicato senza infrangere la legge è diventata sempre più sfocata. 
Ciò ha reso ancora più difficile per i giornalisti sapere cosa le autorità considerano accettabile e cosa potrebbe farli finire in prigione per anni.
Ciò significa che Hong Kong, un tempo sede di una delle scene mediatiche più vivaci dell’Asia e un luogo che dove si professava la libertà di parola e di stampa, ha perso quasi tutti i suoi organi di informazione indipendenti locali.
E, mentre il governo ha respinto l’idea che la libertà di stampa sia stata minata, il futuro del giornalismo indipendente sembra sempre più cupo.
“Il governo ha creato questo clima di autocensura e paura, perché l’incertezza di ciò che è e non è illegale e l’incertezza di ciò che è e non è sedizioso è così offuscata in questo momento”, ha affermato l’ex professore di giornalismo dell’Università cinese di Hong Kong Lokman Tsui, che ora vive nei Paesi Bassi.
Pochi giorni prima, Stand News ha chiuso dopo che la polizia ha fatto irruzione nel suo ufficio e arrestato sette persone associate alla pubblicazione. Il “destino di Stand News” ha innescato la decisione di Citizen News, secondo Yeung, che è anche l’ex presidente della Hong Kong Journalists Association.
Le accuse contro Stand News riguardano una “cospirazione per pubblicare pubblicazioni sediziose”, che deriva da un’ordinanza sui crimini dell’era coloniale e non dalla legge sulla sicurezza nazionale imposta nel 2020. La polizia di Hong josKong che ha fatto irruzione nell’ufficio del punto vendita è agenti della sicurezza nazionale.
Alla fine, Citizen News non poteva essere sicuro se le storie che stava chiedendo ai giornalisti di scrivere avrebbero violato i regolamenti e ha deciso di chiudere per proteggere il suo staff, ha affermato Daisy Li, caporedattore della pubblicazione.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati