Dati Covid in tempo Reale

All countries
359,757,326
Confermati
Updated on 26 January 2022 11:53
All countries
282,740,530
Ricoverati
Updated on 26 January 2022 11:53
All countries
5,636,236
Morti
Updated on 26 January 2022 11:53

Hong Kong. Università rimuove la statua commemorativa della strage di piazza Tienanmen del 1989

- Advertisement -

AgenPress –  Per più di 20 anni la scultura “Pilastro della vergogna” è stata in memoria delle vittime del massacro di piazza Tienanmen del 1989 , in cui i militari cinesi hanno represso le proteste guidate dagli studenti universitari a Pechino. 

L’Università di Hong Kong ha confermato oggi che è stata smantellata e rimossa dopo 24 anni. “La decisione sulla vecchia statua si è basata su una consulenza legale esterna e una valutazione del rischio per il migliore interesse dell’Università”, ha affermato l’istituzione in un comunicato.

- Advertisement -

La statua di 8 metri di altezza di torsi umani contorti è stato uno degli ultimi monumenti iconici alle vittime della sanguinosa repressione. 

Ma intorno alla mezzanotte di giovedì, intorno alla statua sono state erette barriere di costruzione gialle e si sono sentiti rumori di crepe e demolizioni mentre la scultura veniva rimossa con il favore dell’oscurità.
Le immagini scattate durante il processo di rimozione mostrano i lavoratori che avvolgono la statua in una pellicola protettiva e la sollevano fuori dal campus su una gru in due parti distinte. Il Consiglio HKU, l’organo di governo dell’università, ha dichiarato in una dichiarazione che la scultura sarà tenuta in deposito.
La scultura, che si trovava nell’Haking Wong Building dell’università, faceva parte di una serie di opere dell’artista danese Jens Galschiøt create nel 1997, l’anno in cui Hong Kong è stata restituita alla Cina dopo oltre 150 anni di dominio britannico. La scultura include l’iscrizione: “Il vecchio non può uccidere i giovani per sempre” ed è stata costruita per servire “come un avvertimento e un promemoria per le persone di un evento vergognoso che non deve mai ripetersi”, secondo la descrizione sul sito web di Galschiøt.
Hong Kong è stato a lungo l’unico luogo in Cina dove è stata tollerata la commemorazione degli eventi di Tiananmen del 1989. Ogni anno gli studenti dell’Hku pulivano la statua installata nel loro campus nel 1997 per onorare le vittime di quegli eventi. Ma Pechino ha impresso il suo marchio autoritario sull’ex colonia britannica dopo le grandi e talvolta violente proteste del 2019, imponendo una legge sulla sicurezza nazionale che vieta tra l’altro la commemorazione di Tiananmen.
A ottobre i funzionari dell’Università di Hong Kong (Hku) hanno ordinato la rimozione della scultura raffigurante un groviglio di 50 corpi deformati dal dolore, citando rischi legali non meglio specificati. La statua è stata nascosta alla vista ieri sera, prima di essere sbullonata stamattina per essere riposta altrove, ha assicurato l’università.
La repressione rimane uno degli argomenti più censurati nella Cina continentale, con discussioni cancellate dai mass media. Le autorità cinesi non hanno rilasciato un bilancio ufficiale delle vittime, ma le stime vanno da diverse centinaia a migliaia.
Dopo la notizia che la scultura sarebbe stata smantellata, l’artista Galschiøt ha scritto sul suo account Twitter: “Sono totalmente scioccato dal fatto che l’Università di Hong Kong stia attualmente distruggendo il pilastro della vergogna. È completamente irragionevole e un’auto-immolazione contro la proprietà privata di Hong Kong. .”
“Incoraggiamo tutti ad andare all’Università di Hong Kong e documentare tutto ciò che accade con la scultura”, ha aggiunto in una nota. Abbiamo fatto tutto il possibile per dire all’Università di Hong Kong che ci piacerebbe molto ritirare la scultura e portarla in Danimarca”.
Nella sua dichiarazione, il Consiglio HKU ha affermato: “Nessuna parte ha mai ottenuto l’approvazione dall’Università per esporre la statua nel campus e l’Università ha il diritto di intraprendere le azioni appropriate per gestirla in qualsiasi momento”.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati