Iniziano i ribassi. Prezzi scendono a 1,77 benzina e 1,74 gasolio

- Advertisement -

PREZZI TORNANO AI VALORI PRE-CONFLITTO IN UCRAINA, MA RIBASSI TARDIVI SONO COSTATI MILIONI DI EURO AGLI ITALIANI


AgenPress. Sono iniziati dal pomeriggio di oggi i ribassi dei listini dei carburanti presso i distributori italiani, per effetto del decreto del Governo che ha tagliato di 25 centesimi di euro le accise. Lo afferma il Codacons, che sta monitorando l’andamento dei prezzi di benzina e gasolio sul territorio.

- Advertisement -

Con estrema lentezza e a macchia di leopardo i listini della verde si sono attestati in queste ore attorno a 1,77 euro al litro in numerose città, mentre il diesel viene venduto in media a 1,74 euro al litro, esattamente i livelli previsti dal Codacons stamattina – spiega l’associazione – Contrariamente a quanto sostenuto da alcune associazioni che hanno diffuso dati errati, i listini dei carburanti sono tornati oggi ai livelli pre-conflitto in Ucraina, con la benzina che torna ai livelli di dicembre 2021, mentre il gasolio segna le stesse quotazioni di metà febbraio 2022.

“Continueremo a monitorare nei prossimi giorni l’andamento dei carburanti, e invitiamo i cittadini a segnalarci i distributori che non hanno adeguato i listini e che praticano prezzi superiori ai 2 euro al litro, utilizzando l’apposito linea Whatsapp al numero 063728667” – afferma il presidente Carlo Rienzi – I ribassi registrati oggi sono stati in ogni caso tardivi, perché andavano applicati già all’apertura degli impianti, e il mancato adeguamento immediato dei listini è costato milioni di euro agli italiani”.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati