Kiev, avanti negoziato con Russia. “Non entriamo in Nato ma candidatura Ue irremovibile”

- Advertisement -

AgenPress – L’Ucraina non entrerà nella Nato ma la sua candidatura per entrare nell’Unione europea non può essere bloccata. Lo ha fatto sapere la delegazione ucraina oggi impegnata in colloqui a Istanbul con rappresentanti della Russia, come riporta il quotidiano turco Sabah.

“Vogliamo un meccanismo internazionale di garanzie di sicurezza in cui i Paesi garanti agiscano in modo simile all’articolo 5 della Nato, e ancora più fermamente”, ha riferito David Arakhamia, uno dei negoziatori ucraini.

- Advertisement -

“Continueremo i nostri negoziati con la Russia ma coinvolgeremo anche i Paesi garanti”, ha detto  il delegato ucraino Mikhaylo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in una conferenza stampa. La Turchia, che ha ospitato l’incontro di oggi, fa parte degli 8 Stati garanti che ha designato Kiev.

Le garanzie di sicurezza internazionale per il territorio non includono le aree controllate dai separatisti del Donbas e della Crimea. La Russia ha indicato che i colloqui potrebbero aprire la strada a un incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo ucraino Volodymyr Zelenskiy.

La Russia ha affermato che i negoziati di martedì sono stati “costruttivi” e che l’offerta ucraina sarà trasmessa prontamente a Putin per una risposta. Vladimir Medinsky, il capo negoziatore della Russia, ha affermato che Mosca è disposta a prendere in considerazione un incontro presidenziale nello stesso momento in cui i ministri degli Esteri si incontrano per siglare un accordo preliminare. Kiev ha cercato a lungo colloqui diretti, mentre Mosca aveva resistito a impegnarsi nella partecipazione di Putin.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati