Dati Covid in tempo Reale

All countries
349,823,678
Confermati
Updated on 23 January 2022 02:46
All countries
275,934,059
Ricoverati
Updated on 23 January 2022 02:46
All countries
5,610,136
Morti
Updated on 23 January 2022 02:46

La Cina accusa il G7 di “interferenze in affari interni”. Diffama la sua immagine e danneggiare i suoi interessi

- Advertisement -

AgenPressLa Cina si oppone fermamente al tentativo del G7 accusandolo di interferire negli affari interni della Cina, diffamare la sua immagine e danneggiare i suoi interessi.

A parlare è il portavoce del ministero degli Esteri, Wang Wenbin. Sottolineando che le posizioni della Cina sulle questioni relative a Hong Kong, Xinjiang e Taiwan, nonché sulle questioni marittime, sono coerenti e chiare, Wang ha affermato che la parte cinese si oppone fermamente al tentativo del G7 di interferire negli affari interni della Cina, diffamare la sua immagine e danneggiare i suoi interessi .

- Advertisement -

Wang Wenbin, ha esortato Usa, Gran Bretagna e tutti gli altri Paesi ad “abbandonare la mentalità da Guerra Fredda, correggere la pratica di tracciare linee con ideologiche, praticare il vero multilateralismo e fare qualcosa di utile per mantenere l’unità internazionale e rispondere congiuntamente alle sfide globali, invece di dividere il mondo”.

I ministri degli Esteri dei Sette Grandi hanno discusso il ruolo della Cina nell’area dell’Asia-Pacifico, insieme alle questioni dei diritti umani a Hong Kong e nello Xinjiang, alla situazione di Taiwan e nel Mar Cinese meridionale, esprimendo “preoccupazione per le politiche economiche coercitive” adottate da Pechino. Un tema, quest’ultimo, che ha visto la partecipazione dei ministri di Australia, Corea del Sud e, per la prima volta, di rappresentanti dell’Asean, l’associazione di Paesi del Sud-est asiatico. Per il G7, l’Indo-Pacifico deve mantenersi “libero e aperto, inclusivo e basato sullo stato di diritto”.

La posizione di Pechino “su Hong Kong, Xinjiang, Taiwan e sulle questioni marittime è sempre stata chiara: ci opponiamo con forza all’interferenza del G7 negli affari interni della Cina, diffamando l’immagine e gli interessi della Cina”, ha osservato Wang, invitando Usa e Gran Bretagna a prestare più attenzione agli effetti della pandemia del Covid-19 nelle rispettive nazioni.

- Advertisement -

“Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna sono le economie più avanzate del mondo con tecnologia medica all’avanguardia. Eppure, con una popolazione combinata che rappresenta il 5% del totale mondiale, hanno registrato il 23% di tutti i casi COVID-19 e il 18% dei decessi. “, ha detto Wang.

“Li esortiamo a lottare per proteggere il diritto alla vita e alla salute delle loro persone e prevenire ulteriori perdite di vite umane a causa della pandemia invece di vendere vuota retorica sulla democrazia e sui diritti umani in tutto il mondo”, ha aggiunto.

“Esortiamo gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e altri a smettere di adottare mezzi coercitivi come la detenzione arbitraria di cittadini stranieri, la soppressione sfrenata di alcune società e le flagranti sanzioni unilaterali illegali, a lavorare per promuovere un commercio internazionale aperto, inclusivo, trasparente e non discriminatorio. e l’ambiente di investimento e rispettano i diritti e gli interessi di sviluppo legittimi di altri paesi”, ha affermato Wang.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati