La Cina chiede all’Europa di evitare pressing e mentalità di Guerra Fredda sulla crisi in Ucraina

- Advertisement -

AgenPress – La Cina chiede all’Ue di evitare pressioni sulla scelta “da che parte stare” e di evitare la “mentalità da Guerra Fredda” sulla crisi in Ucraina: “tutti i Paesi hanno il diritto di scegliere autonomamente le proprie politiche estere, non dovrebbero costringere gli altri a scegliere da che parte stare e non dovrebbero adottare un approccio semplicistico di essere amico o nemico”.

Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian, sulla richiesta che Bruxelles farà oggi nel vertice Ue-Cina di non dare sostegno economico e militare alla Russia. La Cina chiede di “resistere alla mentalità da Guerra Fredda e allo scontro”. 

- Advertisement -

Il premier cinese Li Keqiang “ha affermato che la Cina si oppone sia a una guerra calda sia a una guerra fredda; si oppone alla divisione in blocchi e alla presa di posizione”,  scrive su Twitter il direttore generale per gli Affari europei del ministero degli Esteri di Pechino, Wang Lutong, postando anche una foto di Li durante il collegamento video con i presidenti del Consiglio e della Commissione Ue, rispettivamente, Charles Michel e Ursula von der Leyen, nell’ambito del 23esimo summit Cina-Ue. Il vertice, ha aggiunto Wang, “si è svolto con successo”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati