Modena (FI): “Finalmente Draghi. Il suo pragmatismo ci ricorda le battaglie di Forza Italia”

- Advertisement -

AgenPress. “Sapevamo che il decreto sostegni sarebbe stato parziale con il limite di 32 miliardi. Ma non si può sostenere che tutto è rimasto uguale.

Sono stati messi dei punti fermi sui quali per lungo tempo si è discusso in Parlamento: dall’abbandono dei codici Ateco per ampliare la platea delle imprese da sostenere, dai fondi per i professionisti al coinvolgimento dell’agenzia delle entrare per velocizzare i pagamenti, dal sostegno al Turismo, alla montagna, all’agricoltura, a chi ha perso il lavoro, fino alla rottamazione delle cartelle esattoriali – a parlare è la senatrice di Forza Italia, membro delle commissioni bilancio e giustizia di Palazzo Madama – tutto concentrato in tre pilastri: imprese, lavoro, povertà . Più di 3 mld per Regioni ed Enti locali, chiamati in prima linea per le spese della lotta contro il COVID.

- Advertisement -

Sono le “ bandiere identitarie “ di Forza Italia, bandiere di buon senso, pensate per l’Italia.
Il Presidente del Consiglio Draghi – aggiunge modena – ha tracciato la linea del pragmatismo, nelle scelte e nella conduzione dei rapporti con il coordinamento europeo.

Semplice, chiaro, ironico non ha mai fatto perdere di vista il suo pensiero di fondo: la guerra si vince sul piano dei vaccini e il Paese risponde. Non sono state rallentate le vaccinazioni e molti mettono a disposizione spazi e uomini.
Ci piace il pragmatismo, Presidente. Avanti così! – conclude l’esponente forzista -“.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati