Mosca. La lista nera delle sanzioni di Putin. Da Joe Biden, a suo figlio e ad altri funzionari statunitensi

- Advertisement -

AgenPress – La Russia ha imposto sanzioni contro il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, suo figlio, il segretario di Stato Antony Blinken, altri funzionari statunitensi e “individui a loro associati”, ha affermato martedì il ministero degli Esteri russo in una dichiarazione.

Il ministero degli Esteri russo afferma che gli è stato vietato l’ingresso nel paese in risposta alle sanzioni statunitensi.

- Advertisement -

Il provvedimento “è la conseguenza della politica estremamente russofoba perseguita dall’attuale amministrazione Usa”, si legge in un comunicato.

Nel suo ultimo annuncio sulle sanzioni, gli Stati Uniti hanno preso di mira quattro persone e un’entità. Sono accusati di aver contribuito a nascondere gli eventi intorno alla morte dell’informatore Sergei Magnitsky o di essere collegati a violazioni dei diritti umani contro il difensore dei diritti umani Oyub Titiev.

“In risposta a una serie di sanzioni senza precedenti che vietano, tra le altre cose, l’ingresso negli Stati Uniti di alti funzionari della Federazione Russa, dal 15 marzo di quest’anno la ‘stop list’ russa include, sulla base della reciprocità, il presidente J. Biden, il Segretario di Stato A. Blinken, il Segretario alla Difesa L. Austin e il Presidente del Joint Chiefs of Staff M. Milley, nonché un certo numero di capi dipartimento e figure di spicco degli Stati Uniti”, si legge nella dichiarazione.

La dichiarazione ha proseguito spiegando che questo passo di ritorsione è stato “una conseguenza inevitabile del corso estremamente russofobo dell’attuale amministrazione statunitense, che, nel disperato tentativo di mantenere l’egemonia americana, ha fatto affidamento, scartando ogni decenza, sulla costrizione frontale di Russia.”

- Advertisement -

“Allo stesso tempo, non rifiutiamo di mantenere relazioni ufficiali se soddisfano i nostri interessi nazionali e, se necessario, risolveremo i problemi derivanti dallo status delle persone che compaiono nella ‘lista nera’ al fine di organizzare alti- contatti di livello”, continua la dichiarazione.

Ecco un elenco di persone incluse nella “lista delle fermate” della Russia:

  • Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden
  • Il segretario di Stato Antony Blinken
  • Il segretario alla Difesa Lloyd Austin
  • Presidente del Joint Chiefs of Staff Gen. Mark Milley
  • Il consigliere per la sicurezza nazionale Jacob Sullivan
  • Il direttore della CIA William Burns
  • L’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki
  • Daleep Singh, vice consigliere per la sicurezza nazionale di Biden per l’economia internazionale
  • Samantha Power, amministratore dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale
  • Il figlio del presidente Biden, Hunter Biden
  • L’ex segretario di Stato Hillary Clinton
  • Il vicesegretario al Tesoro Wally Adeyemo
  • Reta Jo Lewis, presidente e presidente del consiglio di amministrazione della Export-Import Bank

La dichiarazione annuncia che seguiranno ulteriori sanzioni per espandere l’elenco includendo “alti funzionari statunitensi, funzionari militari, legislatori, uomini d’affari, esperti e persone dei media che sono russofobi o contribuiscono a incitare all’odio nei confronti della Russia e all’introduzione di misure restrittive”.

Il governo russo e le sue banche e altre istituzioni eseguiranno collettivamente queste sanzioni.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati