Mosca. Studenti fanno arrestare una docente per frasi contro la guerra. Rischia 10 anni

- Advertisement -

AgenPress – Un’insegnante russa è stata arrestata dopo essere stata denunciata alla polizia dai suoi alunni per aver fatto commenti contro la guerra, secondo i media locali.

Si dice che gli adolescenti nella città meridionale di Penza abbiano registrato una conversazione con Irina Gen, la loro insegnante di inglese, il 18 marzo.

- Advertisement -

Apparentemente erano sconvolti dal fatto che un viaggio sportivo programmato nella Repubblica Ceca non fosse in corso e hanno chiesto alla sig.ra Gen la sua opinione.

La vicenda è accaduta nella città di Penza, 709 km a sudest di Mosca: pare che gli adolescenti abbiano registrato una conversazione con Irina Gen, la loro insegnante di inglese, il 18 marzo scorso. Sembra che fossero dispiaciuti perché la gita che avevano programmato nella Repubblica Ceca era stata cancellata e hanno chiesto all’insegnante la sua opinione.

Secondo una presunta trascrizione della conversazione pubblicata dal sito web di Meduza, la professoressa ha affermato che era giusto che il viaggio fosse stato cancellato e che tali cose sarebbero continuate fino a quando la Russia “non avesse iniziato a comportarsi in modo civile”.

- Advertisement -

L’insegnante  ha paragonato il Paese alla Corea del Nord e “ha espresso una visione della guerra in Ucraina diversa da quella ufficiale”, scrive Mendoza. 

L’insegnante rischia una multa fino a $ 60.000 o una pena detentiva fino a 10 anni.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati