Nato. Stoltenberg, ipotesi presenza militare permanente ai confini contro futura aggressione russa

- Advertisement -

AgenPress – Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg afferma che l’alleanza è “nel mezzo di una trasformazione molto fondamentale” che rifletterà le “conseguenze a lungo termine” della guerra di Vladimir Putin in Ucraina.

Nell’intervista, Stoltenberg afferma che la Nato sta pianificando una presenza militare permanente al suo confine nel tentativo di combattere la futura aggressione russa.

- Advertisement -

Dice al giornale che il suo obiettivo è garantire che altri alleati della NATO soddisfino il requisito minimo dell’alleanza del 2% di spesa come quota del loro PIL.

“L’intera Europa – ha detto il presidente ucraino Zelensky in un video citato da Ukrinform – è un obiettivo per la Russia”. E “l’aggressione russa non doveva essere limitata alla sola Ucraina, alla distruzione della nostra libertà e delle nostre vite”, ha affermato, chiedendo all’Occidente azioni per ristabilire la pace. Da parte sua l’Ucraina ha deciso di imporre un embargo sull’importazione di merci russe, come annunciato dalla ministra dell’Economia Yilia Svyridenko, citata dall’agenzia Unian.

“Il divieto sulle importazioni russe – ha spiegato – bloccherà i guadagni annuali in valuta estera di Mosca per almeno 6 miliardi di dollari. Ciò significa che il nemico non riceverà questi fondi e non potrà utilizzarli per finanziare la guerra”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati