Ondata bollente in tutta l’Europa. Allarme “apocalisse di caldo” in Francia. Parigi toccherà 40 gradi

- Advertisement -

AgenPress – Le autorità della Francia occidentale lanciano l’allarme di una  “apocalisse di caldo” in 15 regioni mentre un’ondata di caldo continua a ricoprire gran parte dell’Europa.

Le temperature potrebbero raggiungere livelli record nel sud-ovest del Paese, con i vigili del fuoco che combattono gli incendi e migliaia di persone costrette a evacuare.

- Advertisement -

La città di Parigi innalza il livello di allerta in vista della forte ondata di caldo prevista per oggi e domani. Nella capitale di Francia, la colonnina di mercurio dovrebbe toccare circa 40 gradi per i prossimi due giorni e le autorità hanno dichiarato il terzo livello d’allerta sui quattro previsti nella scala di vigilanza meteo. Oltre all’attivazione di un’unità di crisi, diverse misure sono state annunciate dalle autorità locali, come l’apertura di sale refrigerate in libero accesso nelle circoscrizioni, rafforzamento degli aiuti ai senza fissa dimora, apertura di parchi e giardini anche la notte per permettere a parigini e turisti di trovare un po’ di fresco.

“Il calore sta avanzando, le temperature torride si stanno estendendo sul Paese”; avverte Météo-France, che si attende temperature torride, in particolare, nell’ovest e nel sud-ovest. “In alcune zone del sud-ovest, sarà un’apocalisse di calore”, che potrebbe raggiungere in certi punti i 44 gradi, seguita da una “notte torrida”, avvertono gli esperti.

Il picco di questa 45/a ondata di calore recensita in Francia dal 1947 è atteso sul fronte Atlantico, in particolare, in Bretagna. Insieme al caldo torrido, resta altissima l’allerta incendi che hanno già colpito diverse zone del Paese e non si esclude un aumento dello smog, in particolare, nelle grandi città come Parigi. Mentre si vanno moltiplicando gli appelli alla cittadinanza ad adottare tutte le precauzioni in caso di ‘canicule’, l’espressione con cui i cugini d’OIltralpe indicano gli episodi di forte calore. “Idratatevi, restate al fresco e date notizie ai vostri cari”.

- Advertisement -

Gli incendi in Spagna, Portogallo e Grecia hanno costretto altre migliaia di persone a fuggire. Più di 1.000 morti sono state attribuite al caldo degli ultimi giorni.

Nel sud della Spagna, più di 3.200 persone sono fuggite dagli incendi sulle colline di Mijas, anche se circa 2.000 di loro sono tornate a casa.

Temperature record sono previste anche in alcune parti del Regno Unito, che ha il suo primo avviso di calore estremo rosso in assoluto .

Gli incendi in Francia degli ultimi giorni hanno costretto oltre 16mila persone a fuggire dalla zona, con rifugi di emergenza allestiti per gli sfollati.

La Gironda, una popolare regione turistica nel sud-ovest, è stata particolarmente colpita, con i vigili del fuoco che hanno combattuto per controllare gli incendi che hanno distrutto oltre 14.000 ettari (34.000 acri) di terra da martedì scorso.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati