Dati Covid in tempo Reale

All countries
523,342,826
Confermati
Updated on 17 May 2022 06:44
All countries
479,156,552
Ricoverati
Updated on 17 May 2022 06:44
All countries
6,290,803
Morti
Updated on 17 May 2022 06:44

Quirinale. Tajani replica a Sgarbi, non è il portavoce di Berlusconi. Governo avanti anche se Draghi al Colle

- Advertisement -

AgenPress – “Silvio Berlusconi prenderà le sue decisioni e scioglierà la sua riserva, io mi auguro positivamente, ma tocca a lui scegliere, al momento opportuno, quando riterrà giusto farlo”.

Lo dice Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia, commentando le parole di Vittorio Sgarbi, secondo cui “si è fermata l’operazione avviata da Silvio Berlusconi per puntare al Quirinale.

- Advertisement -

“Lo conosciamo bene, è vivace, quindi parla a titolo personale,  non è il portavoce di Silvio Berlusconi ma risponde a se stesso, sicuramente non parla a nome” del Cavaliere.

Per Tajani il centrodestra è ancora tutto a sostegno di Berlusconi la cui candidatura al Quirinale “non ha alternativa”. 

“Piano B? Non esistono altri piani per il centrodestra finché Berlusconi non scioglie la riserva, lo hanno ribadito tutti. Fin quando Berlusconi non dirà cosa intende fare, il centrodestra si muoverà di conseguenza”, dice ancora Tajani.

- Advertisement -

“Se ha un piano in mente lo comunicherà al vertice del centrodestra per confrontarsi e vedere il da farsi. Il tempo sembra poco per l’elezione del Capo dello Stato ma in realtà è molto. E da giornalista ricordo che fino all’ultimo on si scioglie nessuna riserva. Non c’è quindi nessun cambiamento rispetto all’elezione degli altri presidenti della Repubblica”.

“Nessun dirigente di Forza Italia, né Berlusconi, ha mai dichiarato di volere lasciare il Governo in caso di Mario Draghi Presidente della Repubblica”, spiega ancora  affermando invece che “all’Italia serve un Governo di unità nazionale per sconfiggere definitivamente il covid, sia sul fronte sanitario che economico cosa che purtroppo non è ancora accaduta.

Andiamo verso la vittoria però serve ancora un Governo di unità nazionale e riteniamo che Draghi sia l’unico in grado di gestire un Governo con forze eterogenee che si sono messe insieme con spirito di unità nazionale ma non è una maggioranza politica e solo una personalità di altissimo livello e al di sopra delle parti, come è stato sempre Draghi, può farlo”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati