Dati Covid in tempo Reale

All countries
180,556,461
Confermati
Updated on 24 June 2021 18:32
All countries
163,531,034
Ricoverati
Updated on 24 June 2021 18:32
All countries
3,911,165
Morti
Updated on 24 June 2021 18:32

Russia. Bozza di legge per concedere l’immunità totale al presidente e agli ex presidenti

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPressIl portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha presentato una proposta di legge alla Duma di Stato (camera bassa)  come parte del processo legislativo che deve aggiornare la Costituzione dopo il referendum del luglio scorso, in cui viene garantita l’immunità totale non solo al presidente in carica, ma anche agli ex presidenti.

“La spiegazione più logica è che c’è un intero pacchetto sull’introduzione di alcune novazioni relative al pacchetto di emendamenti alla Costituzione russa”, ha detto Peskov.

“Nel quadro di questo pacchetto, c’è anche [un progetto di legge sulle garanzie agli ex presidenti], che è una pratica che è in atto in molti paesi in tutto il mondo ed è piuttosto giustificata”, ha osservato Peskov. “Non si tratta di qualcosa di nuovo nella pratica internazionale”, ha osservato, sottolineando che questo disegno di legge “perfezionerebbe” lo stato attuale.

Giovedì è stata presentata alla Camera la proposta di legge in questione. Questo disegno di legge cerca di calibrare la procedura per revocare l’immunità degli ex presidenti con la Costituzione russa. Questo progetto di legge è stato redatto dal capo della commissione per la legislazione costituzionale e la costruzione dello Stato del Consiglio della Federazione (camera alta) Andrei Klishas e dal presidente della commissione per la costruzione e la legislazione della Duma di Stato Pavel Krasheninnikov.

In base alle leggi attuali, un ex capo di stato potrebbe essere privato dell’immunità se viene aperto un procedimento penale per reati gravi imputabili o reati capitali commessi durante il mandato di un presidente. La procedura è avviata dal presidente della commissione investigativa russa e la Duma di Stato deve dare il suo consenso. Quindi il regolamento approvato viene inviato al Consiglio della Federazione, che ha tre mesi per considerare la revoca dell’immunità a un ex presidente. Se la Duma di Stato o il Consiglio della Federazione rifiuta di approvarlo, il procedimento penale viene chiuso.

In base alla nuova proposta di legge, per privare un ex presidente dell’immunità, la Duma di Stato dovrebbe avanzare accuse di alto tradimento o di crimini gravemente gravi. Tuttavia, dovrebbero essere confermati dalla Corte suprema e dalla Corte costituzionale. Sulla base di queste accuse, il Consiglio della Federazione dovrebbe prendere una decisione sulla revoca dell’immunità di un ex presidente.

La decisione della Duma di Stato di emettere accuse e la decisione del Consiglio della Federazione di revocare l’immunità dovrebbero essere approvate dai due terzi dei voti di tutti i senatori e legislatori russi su iniziativa di almeno un terzo dei parlamentari della Camera bassa e se c’è una conclusione di una commissione speciale istituita dalla Duma di Stato. Dopo che la camera bassa ha avanzato le accuse, la camera alta avrebbe tre mesi per prendere una decisione sulla revoca dell’immunità a un ex presidente. Se ciò non viene fatto, le accuse sarebbero respinte.

Un ex presidente ha il diritto di prendere parte all’esame della questione alla riunione della camera del parlamento.

Il disegno di legge sottolinea che l’ex presidente non può essere ritenuto responsabile penalmente né amministrativamente, né detenuto, arrestato, interrogato, né essere sottoposto a perquisizioni. Ora, questa limitazione riguarda solo atti commessi in carica o procedimenti in casi legati all’esercizio dei suoi poteri come capo di Stato.

 

Altre News

Articoli Correlati