Dati Covid in tempo Reale

All countries
199,954,965
Confermati
Updated on 3 August 2021 19:02
All countries
178,630,188
Ricoverati
Updated on 3 August 2021 19:02
All countries
4,255,216
Morti
Updated on 3 August 2021 19:02

Siria. Gli Stati Uniti effettuano attacchi aerei contro le milizie appoggiate dall’Iran

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Le forze armate statunitensi giovedì hanno colpito un sito in Siria utilizzato da due gruppi di milizie sostenute dall’Iran in risposta agli attacchi missilistici contro le forze americane nella regione nelle ultime due settimane.

Il portavoce del Pentagono John Kirby ha detto che gli attacchi sono avvenuti “sotto la direzione del presidente Biden” e sono stati autorizzati non solo a rispondere ai recenti attacchi contro le forze americane e della coalizione, ma anche a far fronte alle “minacce in corso a quel personale”.
“Nello specifico, gli attacchi hanno distrutto diverse strutture situate in un punto di controllo del confine utilizzato da un certo numero di gruppi militanti sostenuti dall’Iran, tra cui Kata’ib Hezbollah e Kata’ib Sayyid al Shuhada”, ha detto Kirby. “L’operazione invia un messaggio inequivocabile; il presidente Biden agirà per proteggere il personale della coalizione americana. Allo stesso tempo, abbiamo agito in modo deliberato che mira a ridurre la situazione generale sia nella Siria orientale che in Iraq”.
Si ritiene che il sito colpito dagli Stati Uniti giovedì sia stato utilizzato come parte di un’operazione di contrabbando di armi da parte delle milizie, secondo un funzionario statunitense. Gli scioperi sono stati condotti per degradare la capacità dei gruppi di effettuare attacchi e di inviare un messaggio sui recenti attacchi, ha detto il funzionario.
La decisione di prendere di mira il sito in Siria è stata presa “dall’alto verso il basso”, ha detto un funzionario della difesa. Austin ha detto ai giornalisti che Biden aveva autorizzato lo sciopero giovedì mattina, dopo aver raccomandato al presidente di agire.
“Siamo fiduciosi nell’obiettivo che abbiamo perseguito”, ha detto Austin giovedì su un volo di ritorno a Washington da San Diego. “Sappiamo cosa abbiamo colpito. Abbiamo permesso e incoraggiato gli iracheni a indagare e sviluppare l’intelligence, e questo ci è stato molto utile per perfezionare l’obiettivo”.
Kirby ha detto che Biden ha autorizzato gli attacchi dopo essersi consultati con gli alleati degli Stati Uniti, compresi i partner della coalizione, e che hanno avuto luogo intorno alle 18:00 ET.
Un attacco statunitense contro Kata’ib Hezbollah in Iraq il 29 dicembre ha innescato denunce da parte del governo iracheno per violazioni della sua sovranità . Giorni dopo, membri del gruppo e altre milizie sostenute dall’Iran hanno marciato contro l’ambasciata americana in Iraq, danneggiando proprietà e incendiando edifici esterni.
Sebbene gli Stati Uniti prima di giovedì non avessero incolpato alcun gruppo specifico per gli attacchi missilistici o li avessero attribuiti a delegati iraniani nella regione, l’amministrazione ha chiarito dove colloca la colpa finale.
“Abbiamo già affermato che riterremo l’Iran responsabile delle azioni dei suoi delegati che attaccano gli americani”, ha detto lunedì il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price, sottolineando che “molti di questi attacchi hanno utilizzato armi di fabbricazione iraniana e fornite dall’Iran”.
All’inizio di questa settimana, la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki aveva detto che gli Stati Uniti ritengono l’Iran responsabile delle azioni dei suoi delegati.

Altre News

Articoli Correlati