Torino. Fabio Versaci (M5S) verso le dimissioni. Alleanza con PD è un suicidio politico

- Advertisement -
AgenPress – “Le elezioni amministrative, al contrario di quelle politiche, danno con certezza matematica la stabilità politico-amministrativa. Noi siamo l’esempio per eccellenza, un Movimento che da solo amministra la Città.
Qui allearsi con il PD darebbe al Movimento un risultato sotto la doppia cifra, vorrebbe dire contare poco e ambire giusto ad un paio di assessorati in caso di vittoria. Tra l’altro, cosa per niente scontata, perché questo suicidio politico regalerebbe al CDX una compagna elettorale molto semplice”.
Lo scrive in un post Fabio Versaci, 5 Stelle della prima ora, già presidente del Consiglio comunale di Torino, valutando le dimissioni dalla maggioranza della sindaca Chiara Appendino. Motivo del disappunto di Versaci la discussione sulle alleanze in vista del voto.
“Il Movimento è la forza politica che dovrebbe rivendicare di più il lavoro di questi 5 anni, cosa che in una coalizione non riuscirà a fare in maniera decisa.
Pensiamo pure come ne uscirebbe Conte da un risultato disastroso per il Movimento in una delle città che amministrava.
E in caso di sconfitta sarebbe il falllimento del cosidetto campo progressista, visto che si vuole usare Torino come “laboratorio”.
Altra cosa importante sarà la figura del Candidato Sindaco/a perchè, non prendiamoci in giro, è fondamentale. Chi sarà questa figura che terrà uniti PD e Movimento che in questi anni si sono massacrati a vicenda?
Leggo i nomi di persone che hanno dei cv importanti ma quanto sapranno fare politica? In che modo figure cosidette della società civile riusciranno a dialogare con le forze politiche che gli dovranno reggere la giunta?
Perché spesso ci si dimentica che un Sindaco/a esiste perchè dei cosiglieri comunali, che si prendono le preferenze, mettendoci la faccia, gli danno questa possibilità.
Negli ultimi periodi mi sono spesso chiesto come si possono proseguire gli ultimi mesi di mandato con visioni politiche così differenti, per questo motivo sto davvero faticando a sostenere una Sindaca che non si confronta più con la sua maggioranza, tranne che sui giornali.
Mi permetto di chiedere alla Sindaca di essere trasparente il più possibile e dirci in che modo vuole costruire questa convergenza con un partito democratico locale che le sbatte sempre la porta in faccia.
Oppure spera che i vertici Romani di PD e M5S ci impongano un alleanza?
Credo sia arrivato il momento di essere onesti sinceri, procedere in questa situazione per quanto mi riguarda è diventato impossibile”.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati