Ucraina. I russi bombardano il deposito di grano ad Odessa. Zelensky, Putin non rispetta l’accordo di Istanbul

- Advertisement -

AgenPressAppena 12 ore dopo che Mosca ha firmato un accordo con l’Ucraina per consentire il monitoraggio delle esportazioni di grano dai porti meridionali dell’Ucraina, la Russia ha preso di mira il porto principale dell’Ucraina di Odesa – attraverso il quale sarebbero avvenute le spedizioni di grano – con attacchi missilistici da crociera.

“Il nemico ha attaccato il porto commerciale marittimo di Odesa con i missili da crociera Kalibr”, ha scritto su Telegram il comando operativo dell’Ucraina meridionale, sollevando dubbi sulla fattibilità dell’accordo che aveva lo scopo di rilasciare 20 milioni di tonnellate di grano per scongiurare la carestia in gran parte dei paesi in via di sviluppo mondo.

- Advertisement -

“I russi hanno colpito il porto di Odessa in Ucraina esattamente dove era immagazzinato il grano”  ha affermato Yuriy Ignat, portavoce del Comando dell’Aeronautica militare dell’Ucraina. “In realtà due missili sono stati abbattuti mentre altri due hanno colpito le infrastrutture portuali. È chiaro il motivo per cui si sta facendo tutto questo – ha precisato Ignat -. Il raid ha colpito esattamente il luogo dove si trovava il grano. Ecco quanto valgono questi accordi con un Paese terrorista”.

Volodymyr Zelenskiy ha affermato che l’attacco missilistico russo odierno al porto di Odessa dimostra che Mosca ha finalmente trovato il modo di non attuare l’accordo sul grano concluso ieri con Nazioni Unite, Turchia e Ucraina. “Questo dimostra solo una cosa: non importa cosa dica o prometta la Russia”, ha precisato Zelenskiy in un video pubblicato su Telegram. Mosca “troverà il modo di non attuare”, l’intesa.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati