Ucraina. Kiev, truppe russe uccidono 7 civili, tra cui un bimbo, mentre fuggono dalla città

- Advertisement -

AgenPress –  Le autorità ucraine accusano i russi di aver ucciso 7 civili, tra cui un bambino, che stavano evacuando  su un convoglio di donne e bambini che lasciava un villaggio a nord-ovest di Kiev venerdì. Il servizio di intelligence ucraino ha affermato che l’incidente è avvenuto in un corridoio di evacuazione concordato dal villaggio di Peremoha.

Ha aggiunto che i membri sopravvissuti del convoglio erano stati costretti a tornare a Peremoha e non gli era stato permesso di partire.

- Advertisement -

L’Ucraina ha più volte accusato la Russia di non aver rispettato il cessate il fuoco concordato e di aver sparato su obiettivi civili.

“Le truppe russe hanno sparato a un gruppo di donne e bambini sfollati che lasciavano un villaggio vicino a Kiev, uccidendo sette persone, una delle quali era un bambino”, ha annunciato il servizio di intelligence militare ucraino, affermando che ciò è accaduto ieri. “Durante un tentativo di evacuazione dal villaggio di Peremoga, lungo un corridoio ‘verde’ concordato con i russi, gli occupanti hanno aperto il fuoco su una colonna di civili, composta esclusivamente da donne e bambini. Il risultato di questo atto brutale è stato di sette morti. Uno di loro è un bambino”, ha riferito su Facebook la Difesa ucraina.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati