Ucraina. La Russia ha utilizzato mine antiuomo messe al bando dal 1997

- Advertisement -

AgenPress – Secondo Human Rights Watch, le forze russe che combattono in Ucraina hanno utilizzato mine antiuomo vietate nella regione orientale di Kharkiv nel paese .

L’organizzazione internazionale ha affermato che le mine antiuomo sono state localizzate da tecnici ucraini per l’eliminazione degli ordigni esplosivi il 28 marzo.

“È noto che la Russia possiede queste mine antiuomo dispiegate di recente, che possono uccidere e mutilare indiscriminatamente persone entro un raggio apparente di 16 metri (52 piedi)”, ha affermato HRW, aggiungendo che l’Ucraina non possiede questo tipo di mine antiuomo o il suo sistema di consegna.
- Advertisement -

“I paesi di tutto il mondo dovrebbero condannare con forza l’uso da parte della Russia di mine antiuomo vietate in Ucraina”, ha affermato Steve Goose, direttore delle armi di Human Rights Watch. “Queste armi non fanno distinzione tra combattenti e civili e lasciano un’eredità mortale per gli anni a venire”.

Il Trattato internazionale per la messa al bando delle mine del 1997 vieta in modo completo l’uso, la produzione, lo stoccaggio e il trasferimento di mine antiuomo. La Russia non è tra i 164 paesi che hanno aderito al trattato, ha affermato HRW.

“L’uso da parte della Russia di mine antiuomo in Ucraina viola deliberatamente la norma internazionale contro l’uso di queste orribili armi”. 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati