Ucraina. Le truppe russe si sono ritirate da Chernobyl, direzione confine con la Bielorussia

- Advertisement -

AgenPress – Energoatom, l’impresa statale che sovrintende alle centrali nucleari ucraine, ha dichiarato giovedì che le forze russe si sono ritirate da Chernobyl, il luogo del peggior disastro nucleare del mondo nel 1986. 

La centrale nucleare di Chernobyl e il suo territorio circostante caddero nelle mani delle truppe russe nella prima settimana di guerra in Ucraina. In una dichiarazione su Telegram, Energoatom ha dichiarato: “È stato confermato che gli occupanti, che hanno sequestrato la centrale nucleare di Chernobyl e altre strutture nella zona di esclusione, hanno marciato su due colonne verso il confine ucraino con la Repubblica di Bielorussia”.

- Advertisement -

La dichiarazione ha aggiunto che giovedì le truppe russe hanno annunciato la loro intenzione di partire e cedere il controllo al personale ucraino. Energoatom ha pubblicato la copia di una lettera formale presumibilmente firmata da un rappresentante della Guardia nazionale russa, un rappresentante della compagnia statale russa di energia nucleare Rosatom e un responsabile del turno di stabilimento di Chernobyl, con il titolo “L’atto di accettazione e trasferimento della protezione del nucleare di Chernobyl centrale elettrica.” 

La lettera afferma che “l’amministrazione della struttura protetta non fa pretese in relazione alle truppe della Guardia Nazionale della Federazione Russa”.

La dichiarazione di Telegram di Energoatom afferma che un piccolo numero di “rashisti” – un insulto ucraino per i russi che combina le parole “fascista” e “razzista” – sono rimasti alla stazione.

“Va notato che sono state confermate anche le informazioni su fortificazioni e trincee che i rashists hanno costruito proprio nella Foresta Rossa, la più inquinata dell’intera Zona di Esclusione”, ha detto Energoatom. 
“Quindi non sorprende che gli occupanti abbiano ricevuto dosi significative di radiazioni e siano stati presi dal panico al primo segno di malattia. E si è manifestato molto rapidamente. Di conseguenza, è scoppiata quasi una rivolta tra i militari e hanno iniziato a radunarsi da lì .”
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati