Ucraina. Liza, bimba down, uccisa dalle bombe russe, è stata sepolta. La mamma è in terapia intensiva

- Advertisement -

AgenPress – Bella e serena in una corona di fiori bianchi, Liza, 4 anni, uccisa da un attacco missilistico russo, è stata sepolta domenica nell’Ucraina centrale quando un sacerdote ortodosso è scoppiato in lacrime e ha detto ai parenti in lacrime che “Il male non può vincere”.

Liza, che aveva la sindrome di Down, era in viaggio per vedere un logopedista con sua madre quando i missili russi hanno colpito la città di Vinnytsia giovedì.  Almeno 24 persone sono state uccise, tra cui Liza e due ragazzi di 7 e 8 anni, e più di 200 sono rimaste ferite, inclusa la madre di Liza.

- Advertisement -

“Guarda, mio ​​fiore! Guarda quante persone sono venute da te”, ha detto la nonna di Liza, Larysa Dmytryshyna, accarezzando Liza mentre giaceva in una bara aperta con fiori e orsacchiotti nella Cattedrale della Trasfigurazione del XVIII secolo di Vinnytsia.

Il padre di Liza, Artem Dmytriev, rimase in silenzio, le lacrime che gli scorrevano lungo il viso.

La madre di Liza, la 33enne Iryna Dmytrieva, è rimasta in gravi condizioni in un reparto di terapia intensiva. La famiglia non le ha detto che Liza sarebbe stata sepolta domenica, temendo che potesse influire sulle sue condizioni.

- Advertisement -

“Tua mamma non ha nemmeno visto quanto sei bella oggi”, ha detto tra le lacrime Dmytryshyna.

Helena Sydorenko, un’amica di famiglia di lunga data, ha detto che la madre di Liza “ha investito molti sforzi nella socializzazione di Liza”.

Quando è iniziata la guerra, Dmytrieva e la sua famiglia sono fuggiti da Kiev, la capitale, per Vinnytsia, una città a 270 chilometri (167 miglia) a sud-ovest che fino a giovedì era considerata relativamente sicura.

Poco prima dell’esplosione, Dmytrieva aveva pubblicato un video sui social media che mostrava sua figlia che si sforzava di raggiungere il manubrio per spingere il proprio passeggino, passeggiando felicemente per Vinnytsia, con indosso una giacca di jeans e pantaloni bianchi, i capelli decorati con una molletta.

Dopo l’attacco missilistico russo, i servizi di emergenza ucraini hanno condiviso foto che mostrano il suo corpo senza vita a terra accanto al suo passeggino macchiato di sangue. La first lady ucraina ha ricordato quanto fosse allegra e felice la bambina quando l’ha incontrata. I video e le foto sono diventati virali, le ultime immagini della brutale guerra in Ucraina per inorridire il mondo.

I parenti più stretti di Liza si sono seduti su entrambi i lati della bara e molti altri hanno affollato la cattedrale ortodossa di Vinnytsia per rendere i loro ultimi tributi alla ragazza.

“Non conoscevo Liza, ma nessuno può affrontare tutto questo con calma”, ha detto il sacerdote ortodosso Vitalii Holoskevych, scoppiando in lacrime. ”Perché ogni sepoltura è dolore per ciascuno di noi. Stiamo perdendo i nostri fratelli e sorelle”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati